in

Arrivano 17 milioni per risolvere i problemi di approvvigionamento della Valle dei Giunchi

Restyling completo per la condotta irrigua di alimentazione del comprensorio della Valle dei Giunchi dall’invaso del Bidighinzu. Il progetto voluto dal Consorzio di Bonifica della Nurra sfrutterà 15 milioni di euro nell’ambito del PNRR e 2 milioni e 200mila euro di finanziamenti regionali.

Il presidente di Anbi Sardegna, Gavino Zirattu, nel presentare il progetto nel Teatro comunale di Ittiroi, ha detto: «Si tratta di una infrastruttura ormai obsoleta, che registra perdite di oltre il 50 per cento. L’iter è stato lungo e complicato eppure siamo riusciti a chiudere la pratica, aggiudicando le opere nei tempi stabiliti».
Attualmente gli ettari coltivati nella Valle dei Giunchi sono circa 170, risolvendo definitivamente le criticità della condotta, con una programmazione a lungo termine, si potrebbe addirittura arrivare quintuplicare l’area produttiva. 
Soddisfatto pure il sindaco di Ittiri, Antonio Sa: «Gli agricoltori avranno la certezza di poter fare programmazione dopo anni davvero difficili». 
L’ingegnere Paolo Nacari, direttore del Consorzio di Bonifica della Nurra,ha illustrato il progetto che fornirà l’acqua alla Valle dei Giunchi tra Ittiri, Usini, Ossi e Florinas, consentendo di risparmiare circa la metà della risorsa idrica finora utilizzata. 
Le associazioni di categoria hanno accolto con entusiasmo l’avvio dei lavori affidati, per la maggior parte, ad una impresa sarda: Giuseppe Angius Costruzioni.

© Riproduzione riservata

Leggi l’articolo su: L’Unione Sarda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Ex assessora Sardegna ai domiciliari,’cade associazione mafiosa’

Rilancio nautica da diporto a Olbia