in

Francia: a Parigi caos rifiuti per sciopero netturbini

– Spazzatura straripante, immondizie e cartoni ammassati sul marciapiedi, effluvi nauseabondi: in alcuni quartieri di Parigi le conseguenze dello sciopero dei netturbini contro la riforma delle pensioni di Emmanuel Macron hanno cominciato ad assumere proporzioni allarmanti. Secondo il comune guidato dalla sindaca Anne Hidalgo, sono 5.400 le tonnellate di rifiuti non raccolti fino a ieri, nel settimo giorno di sciopero degli addetti alla nettezza urbana contro la riforma previdenziale che prevede l’innalzamento progressivo dell’età pensionistica da 62 a 64 anni.
    Tre inceneritori alle porte della capitale, Ivry-sur-Seine, Issy-les-Moulineaux e Saint-Ouen, resteranno fermi almeno fino a mercoledì. “Quello che farà cessare lo sciopero, è che Macron ritiri la sua riforma. Se sarà così, Parigi tornerà pulita molto rapidamente”, dichiara Régis Vieceli, segretario generale del ramo sindacale CGT-FTDNEEA, citato dal quotidiano Le Parisien.
    La stessa CGT ricorda che gli addetti alla nettezza urbana possono andare in pensione a 57 anni. Un’età che aumenterebbe a 59 anni in caso di definitiva adozione della contestata riforma pensionistica. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Leggi l’articolo su: Ansa.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

L’attacco del Cagliari si sblocca in rush finale per la A

Energia: Sardegna consuma il 61% di quella prodotta