in

Ittiri sottoscrive la Carta Etica contro ogni discriminazione

Consiglio comunale straordinario a Ittiri, per dire sì alla Carta Etica contro ogni forma di discriminazione.

Lunedì 13 marzo alle 15.30 la massima assemblea del Comune di Ittiri, facendo seguito alla delibera del Consiglio comunale del 29 dicembre 2021 (dietro mozione presentata dal gruppo di minoranza e approvata all’unanimità), sottoscriverà la Carta Etica promossa dal linguista Massimo Arcangeli in collaborazione con Giulia Giornaliste Sardegna, associazione coordinata dalla Susy Ronchi che si impegna per cercare di modificare lo squilibrio informativo sulle donne anche utilizzando un linguaggio privo di stereotipi e declinato al femminile. 

Ittiri diventerà così città dei diritti. È il terzo comune in Sardegna ad adottare la Carta Etica dopo Pula e Quartu.

I cinque punti del documento sottolineano l’importanza dell’evoluzione culturale raggiungibile con un lavoro di sensibilizzazione che tutti i soggetti presenti al Consiglio comunale si impegnano a portare avanti per promuovere, anche a livello locale, una cultura volta a contrastare la violenza e la discriminazione con azioni di informazione, sensibilizzazione e formazione.

Giovanna Bua, la presidente della Commissione pari opportunità e che ha fin da subito sposato il progetto, fa sapere che dopo la giornata istituzionale, la Commissione sarà impegnata a programmare una giornata intera sul tema, portando avanti iniziative mirate.

© Riproduzione riservata

Leggi l’articolo su: L’Unione Sarda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Platamona, sigilli al vecchio “ecomostro” sulla spiaggia

Fallimento Policlinico Sassarese: otto persone rinviate a giudizio