in

Lavoro: calano le start up, -18,4% nel 2022

Record negativo a Cagliari, l’anno scorso perse 87 aziende

In Italia 10.587 start up in meno nel 2022 (- 10,6%). E anche Cagliari non fa eccezione: perse l’anno scorso 87 aziende, con un saldo negativo del 18,4 per cento. È il risultato peggiore per quanto riguarda le quattordici grandi città prese in esame dallo studio “Le imprese nate nel 2022 e il contributo economico delle start-up”, condotto da Cerved. Secondo il report, a Cagliari ora rimangono 387 imprese di questo tipo. La tendenza è nazionale, ma realtà come Milano, Genova e Roma riescono a contenere la perdita sotto il 10%. Cagliari, invece, è la città che paga di più: quasi otto punti rispetto alla media nazionale.

“Lo sviluppo di nuova impresa è un indicatore chiave per monitorare la congiuntura economica e il dinamismo di settori e territori – afferma Andrea Mignanelli, amministratore delegato di Cerved parlando della situazione generale -. Dai nostri dati emerge che il peggioramento delle aspettative dovuto a guerra, crisi energetica e inflazione ha frenato l’iniziativa imprenditoriale. I tassi di natalità nel 2022 risultano infatti in netta flessione, con un saldo negativo di circa 10 mila nuove imprese. Il calo delle nascite è un segnale da non trascurare: le start-up sono una leva di trasformazione del nostro sistema economico, apportano idee innovative, tecnologia e competitività”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Leggi l’articolo su: Ansa.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Al 7Pines Resort già reclutato il 90% del personale

Porto Torres, una nuova casa per i gatti “sfrattati” dal porto