in

Uri in festa per il carnevale “della ripartenza”

Si può dire davvero che sia ripartito alla grande il carnevale a Uri.

Il via con due appuntamenti dedicati ai bambini, organizzati rispettivamente dalla biblioteca comunale, dallo sportello linguistico e dalla ludoteca “Urilandia”. Si è poi passati alla giornata clou, quella di sabato 18 febbraio, con la grande sfilata dei carri allegorici. Un tripudio di colori e coriandoli che ha attraversato, dopo la partenza da piazza della libertà, via Sassari, via Togliatti, via Alghero, via Nuoro, via Sassari, via Marconi, via Risorgimento, via Ittiri, via Principe Umberto, Piazza Alisa, e  nuovamente via Sassari.

Ora è tempo di bilanci per l’amministrazione comunale guidata dal sindaco, Matteo Emanuele Dettori: «La grande sfilata di sabato ha riscosso un grande successo e una grande partecipazione, grazie alle tante persone che hanno lavorato per dimostrare ancora una volta la grande voglia di fare festa insieme, tipica di noi uresi. È giunto quindi il momento dei ringraziamenti, partendo da tutti coloro che hanno permesso la riuscita di quello che è un evento tanto atteso dalle famiglie, bambini, giovani e meno giovani», fanno sapere gli amministratori.

«La macchina organizzativa ha coinvolto l’associazione turistica Pro Loco Uri, i gruppi dei Carri e i gruppi a piedi, insieme a coloro che hanno garantito che la manifestazione si svolgesse in sicurezza: dal personale della Polizia Locale, che guidato dalla dottoressa Piredda ha istruito la pratica e vigilato l’evento, alla Compagnia Barracellare, alla Protezione Civile, alla locale sezione dell’Avis e al personale della Stazione Carabinieri – proseguono gli amministratori -. Dopo due anni di stop forzato la macchina organizzativa del carnevale si è trovata con nuove regole da rispettare che prevedono lo svolgimento dell’evento con maggiore sicurezza e responsabilità condivisa, ma grazie alla collaborazione di tanti e la partecipazione di tutti, anche quest’anno il paese si è colorato a festa Abbiamo potuto ammirare la fantasia dei gruppi e dei carri, con i tempi più variegati: Sa cURIda; i Trolls, Pinocchio e Braccio di Ferro. Bellissimi anche le singole maschere e i piccoli gruppi organizzati. Semplicemente grazie a tutti per aver riso e sorriso.., perché, chi ha il coraggio di ridere è padrone del mondo».

© Riproduzione riservata

Leggi l’articolo su: L’Unione Sarda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Nuovi lavori alla rete idrica di Abbanoa, a Sassari rubinetti a secco

Padel e disabilità: progetto a Porto Torres