in

Riaperta la ludoteca comunale del quartiere di Li Punti

Le bambine e i bambini dai 4 ai 12 anni della popolosa borgata sassarese hanno di nuovo uno spazio per giocare e fare laboratori. Chiusa all’esplosione del Covid, è stata riaperta questa mattina la ludoteca comunale Lil-LiPunt, alla presenza delle assessore alle Politiche educative Laura Useri e dei Lavori pubblici Rosanna Arru.

Un nuovo allestimento di scatole gioco, di materiali per attività musicali, grafico- pittoriche e di costruzione offrirà a bambine e bambini infinite possibilità di sperimentare attraverso il gioco importanti momenti di crescita culturale, ludico-ricreativa e sociale.

Il servizio sarà aperto il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle 15:30 alle 18:30 e il giovedì mattina si terrà un incontro laboratoriale dalle 10 alle 13 per gli adulti.

Sono stati realizzati i necessari interventi di manutenzione, la messa in sicurezza degli spazi esterni e la riqualificazione delle zone verdi per svolgere più facilmente attività all’aria aperta. La gestione, l’organizzazione del servizio e la realizzazione del progetto sono affidati al consorzio Parsifal e alla cooperativa consorziata Altri Colori, che curerà con l’impiego di proprie figure professionali l’attuazione delle attività specifiche.

Solo pochi mesi fa, sempre a Li Punti, l’Amministrazione comunale ha aperto il nuovo nido, atteso da oltre 15 anni, offrendo al quartiere un servizio di grande importanza per i minori, le famiglie e per tutto il tessuto sociale della città. Entrambi i servizi si collocano in un contesto caratterizzato da una popolazione residente complessivamente più giovane rispetto ad altri quartieri con una incidenza della fascia d’età 6-14 anni particolarmente significativa.

 

© Riproduzione riservata

Leggi l’articolo su: L’Unione Sarda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Telecamere per sicurezza in comuni Città metropolitana Cagliari

Dall’epatologia nuove strategie per malattie del fegato