in ,

Massimiliano Fois presenta il suo libro da Cyrano

ALGHERO – “Emilia e il soldato della Wehrmacht” è ambientato a Bosa, antico borgo medievale di pescatori e conciatori che si trova lungo la costa nord-occidentale della Sardegna, attraversato dal fiume Temo e sovrastato dal castello Malaspina, recentemente riconosciuto come uno dei borghi più belli d’Italia. Questa ambientazione fa da scenario alla storia d’amore fra la bosana Emilia ed il militare austriaco Aldemar, di stanza proprio a Bosa nell’avamposto dell’esercito tedesco. Storia non vera ma verosimile.

Massimiliano Fois, giornalista, Direttore artistico del M.A.S.E. ( Museo Antoine de Saint Exupery Alghero) ha pubblicato romazi, racconti, saggi storici, poesie e testi teatrali ricevendo diversi riconoscimenti letterari. Nel 2017 si è classificato primo nella sezione narrativa al “Premio Salvatre Quasimodo” e finalista al premio “Alda Merini nel 2020”.

Con la Nemapress Edizioni ha pubblicato “Sangremar” (2012), “Pizzicaluna a l’Alguer. Antoine de Saint Exupery ad Alghero”(2018), “Breviario per notturni campestri” (2018) “Premio letterario Osilo” sez. Poesia edita 2020, “Le società di mutuo soccorso illustrate ai ragazzi” (2019), “Anninnia Volando. Una favola sarda” (2020), “Fratelli nel silenzio. Massoneria e associazioni filantropiche ad Alghero” (2022). Ha curato sempre per Nemapress “La pesca dei tonni ” di Emilio Salgari (2017) e “Esorcismi e formule medico-magiche in Alghero” di Pascual Scanu (2018).

Leggi l’articolo su: Alguer.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Uccise i suoceri con l’ascia: «Mia moglie non si sentiva in pericolo»

Hamas, Israele ha violato tregua e abbiamo reagito