in

Salone delle botteghe, al via a Sassari le manifestazioni collaterali

Sassari. Al via gli eventi collaterali del “Salone delle Botteghe” all’interno del “Padiglione Tavolara” di Sassari. Domenica prossima spazio al Carnevale e alla creazione delle maschere sarde: organizza Confartigianato Sassari. Rau (Confartigianato):“Stiamo preparando una serie di iniziative a supporto del Salone”. Continua la mostra e vendita degli oltre 300 prodotti artigiani d’arte.

Saranno le maschere di Carnevale le protagoniste dell’evento organizzato per domenica prossima, 19 febbraio, dalle ore 17:00 alle 20:00, all’interno del “Salone delle Botteghe” di Sassari, l’area espositiva del “Padiglione Tavolara” gestita da Confartigianato Sassari.

Per dare il benvenuto al Carnevale, l’Associazione Artigiana, in collaborazione con l’artigiano Livio Lai, ha organizzato un Laboratorio gratuito delle Maschere, aperto ad adulti e bambini che,

Marco Rau

attraverso la manipolazione della cartapesta, porterà i partecipanti a realizzare alcune maschere caratteristiche sarde, tra cui l’enigmatica figura del BOES di Ottana.

L’iniziativa di domenica è il primo evento inserito all’interno dell’ampia attività del “Salone delle Botteghe”, la cui riapertura è stata possibile grazie al finanziamento del Comune di Sassari.

L’area espositiva delle Botteghe, che nel primo mese e mezzo di attività ha visto la presenza di oltre 4mila persone, mette in mostra e vendita oltre 300 pezzi come gioielli, abiti e borse, passando per
tappeti, cuscini, quadri, arazzi, cestini, coltelli e complementi d’arredo per arrivare alle maschere, le ceramiche, i piatti, le creazioni in marmo, vetro, legno e ferro battuto, le pipe e i mosaici, realizzati da 25 maestri artigiani provenienti da Benetutti, Nule, Pattada, Sassari, Nuoro, Sennori, Ozieri, Aggius, Mamoiada, Santa Teresa di Gallura, Serrenti e Simaxis. Tutti oggetti tipici della tradizione artigiana sarda che gli artigiani-artisti hanno rivisitato e trasformato in articoli unici che continuano a vedere l’interesse di esperti, ospiti e turisti sardi e di numerose scuole e Istituti d’arte provenienti da ogni zona dell’Isola.

“All’interno del Salone c’è spazio per tutti gli artigiani che volessero far conoscere, esporre e vendere le proprie produzioni – afferma Marco Rau, Presidente di Confartigianato Sassari – vogliamo continuare a puntare sulla valorizzazione delle eccellenze dell’artigianato artistico e tradizionale di tutta la Sardegna”. “Ogni produttore avrà anche l’opportunità di dare dimostrazione dal vivo di come si crea un oggetto d’arte e quindi esaltare il suo saper fare – continua il Presidente – il visitatore potrà, quindi, ammirare le
migliori produzioni artistiche locali, dove creatività, design, materie prime di alta qualità esprimono il meglio dell’autentico Made in Sardegna, dando vita a manufatti originali e irripetibili”.

L’Associazione Artigiana, ha già in programma un secondo evento per l’ultima domenica del mese sempre dedicato al Carnevale e sta elaborando una serie di eventi che riguarderanno la musica, la
lettura, i laboratori, le degustazioni e le sfilate di moda.

Confartigianato Sardegna ricorda che lo spazio è aperto dal martedì alla domenica, la mattina dalle 10 alle 13, e il pomeriggio dalle 17 alle 20.

Leggi l’articolo su: SassariNotizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Onlus “Imprenditore non sei solo” e Istituzioni locali incontrano le imprese di Sassari

Sassari, Premio Project Work ITS Academy: premiati i corsisti