+ 13°C
logo ViviSassari

Tula offre terreni pubblici per le piante aromatiche

Home / Notizie

Tula offre terreni pubblici per le piante aromatiche

Date: Mar 25, 2019
Author: La Nuova Sardegna 12 Nessun commento

TULA. A distanza di un anno esatto dal corso “Le piante aromatiche ed officinali: coltivazione e prima trasformazione”, organizzato a Tula dall’amministrazione comunale in collaborazione con l’agenzia regionale Laore il progetto si sta per trasformare in concreta possibilità di lavoro. Il Comune ha infatti pubblicato in questi giorni il bando di concessione di terreni in affitto a canone pressoché simbolico per chi avendo frequentato il corso, abbia deciso di intraprendere l’attività economica e far fruttare quindi l’attestato rilasciato alla fine delle ore di lezione. Il grande successo di iscrizioni, ben 95 provenienti da tutto il territorio, aveva sorpreso gli stessi organizzatori e la conseguenza più logica è stata quella di non disperdere le energie raccolte e di supportare in modo reale chi ha deciso di fare impresa.

«Il bando si rivolge ai residenti del nostro comune e a disposizione ci sono una decina di ettari che potranno essere assegnati in base ad una graduatoria a punteggio – ha dichiarato il sindaco Gino Satta –. È comunque solo l’inizio e se, come speriamo, il settore si dovesse sviluppare potremo certamente ampliare i terreni in concessione».

La nuova frontiera delle piante aromatiche e officinali in effetti sta aprendo nuovi orizzonti commerciali e potrebbe essere attività primaria o anche un secondo reddito per le aziende già esistenti con un mercato che parte dalla materia grezza ed arriva alla trasformazione nella cosmesi e nell’erboristeria, alla distillazione per la preparazione di liquori e al trattamento delle piante tintorie. I terreni oggetto di una concessione quinquennale con una canone gratuito per i primi tre anni e di cinquanta euro per i restanti due, sono stati individuati nel versante che da Tula si estende verso Erula in una zona collinare con anche la presenza di un laghetto. «Non è una coltura che ha bisogno di tantissima acqua – ha aggiunto il sindaco – ma la presenza di un bacino aiuterebbe certamente nei periodi di massima siccità. Quel che conta maggiormente, comunque, in questa fase è raccogliere adesioni e mettere chi è interessato in condizioni di avviare l’attività. In un secondo momento se ci saranno numeri e sviluppo si potrà

pensare anche a fare sistema». La scadenza dei termini per la presentazione delle domande è stata fissata per il 14 marzo e nei giorni immediatamente successivi si provvederà a stilare la graduatoria per l’assegnazione, dando precedenza a parità di punteggio al richiedente più giovane.


fonte: https://www.lanuovasardegna.it/sassari/cronaca/2019/03/06/news/tula-offre-terreni-pubblici-per-le-piante-aromatiche-1.17781069

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X