“TRAMEMORIA”, Osilo: l’abito da gala, Accademia Sironi e Museo Sanna promuovono le tradizioni. I musei, risorsa educativa inesauribile, nati da collezionismi e gabinetti scientifici, centri di responsabilità patrimoniale, diventano luoghi di interazione culturale  grazie a dinamismi espositivi che li arricchiscono con diverse reinterpretazioni.  Una serie di riflessioni su temi che scandiscono la quotidianità dei musei   – valorizzazione delle collezioni ma anche tutela e conservazione, educazione al patrimonio museale –  hanno dato origine al documentario dal titolo “TRAMEMORIA  Osilo: l’abito da gala, ideato e realizzato  dagli studenti del Dipartimento di Comunicazione e Didattica dell’Arte dell’Accademia di Belle Arti in collaborazione con il Museo G.A.Sanna di Sassari che sarà proiettato sabato 19 maggio (alle ore 19) in una serata dal titolo” Aspettando la Cavalcata  La notte prima”, in occasione della festa dei musei e della notte europea dei musei. Un prodotto multimediale, risultato di una collaborazione tra il Museo Sanna e l’Accademia, dedicato alla valorizzazione del costume tradizionale di Osilo, e primo di una serie di audiovisivi finalizzati alla valorizzazione delle  collezioni custodite al museo. La formazione degli studenti del dipartimento, finalizzata alla valorizzazione, promozione e gestione dei luoghi della cultura,  è infatti articolata su una serie di insegnamenti modulati, in maniera specifica e dal taglio professionalizzante, su discipline museali, grafiche, pedagogiche, storico – artistiche, antropologiche e sulla multimedialità – nelle sue varie declinazioni – applicata all’oggetto musealizzato e non. Il costume della tradizione custodito al Museo Nazionale Archeologico G.A. Sanna nel soddisfare le inclinazioni estetiche della comunità a cui appartiene e le logiche attraverso cui gli indumenti esprimono le identità culturali, si presta così a letture e narrazioni delle quali diventa protagonista.

 

fonte: Sassari Notizie