SORSO. Una rete di videosorveglianza per vigilare sulla città. L’amministrazione comunale di Sorso ha assegnato l’appalto dei 140mila euro finanziati dalla Regione nell’ambito del progetto Rete di monitoraggio ambientale per la sicurezza del cittadino e del territorio. Entro pochi mesi nei punti nevralgici del territorio verranno installati venti occhi digitali collegati a una sala di controllo che verrà approntata nel comando dei vigili urbani.

Il progetto ha l’obiettivo di realizzare un supporto al normale lavoro di controllo del territorio effettuato dalle forze dell’ordine. Gli edifici sensibili come scuole e piazze ad alta frequentazione verranno scansionati giorno e notte per contrastare atti vandalici e altre violazioni. La mappa prevede l’installazione di 20 nuove telecamere dislocate in 18 aree del centro urbano: il parco di via Europa; le tre piazze intitolate a Garibaldi, Marginesu e Bonfigli; i plessi scolastici che sorgono nelle vie Tirso, Tiziano e Azuni; le medie Cappai e Cress; le scuole dell’infanzia dei quartieri Sant’Anna e Cappuccini. Inoltre, sono previste telecamere anche agli ingressi e alle uscite della città: via Sennori, via Castelsardo, la rotatoria di via Marina, la parte bassa di viale Porto Torres e all’angolo tra via Scarlatti e via Cottoni. Due di queste postazioni saranno attrezzate per la lettura delle targhe dei veicoli in transito.

Tutte le immagini captate dagli occhi digitali verranno trasportati attraverso una rete dati dedicata e collegata a un centro di controllo, che sarà allestito all’interno dell’edificio che ospita anche il comando della Polizia locale. I flussi video saranno messi a disposizione del personale autorizzato, come vigili urbani, carabinieri e altre forze dell’ordine. Il progetto è finanziato con 140mila euro di fondi regionali. L’appalto approntato dall’ufficio tecnico comunale si è concluso nei giorni scorsi con l’assegnazione dei lavori alla società cooperativa Ichnos impianti tecnologici di Sassari, che ha offerto un ribasso del 39,7 per cento.

«Il monitoraggio del territorio

è sempre utile per contrastare eventuali azioni di atti vandalici e quant’altro – commenta l’assessore ai Lavori pubblici, Giuseppe Cattari –. Questo progetto fa parte del nostro programma elettorale e quindi l’espletamento dell’appalto è un risultato che ci dà grande soddisfazione».

fonte: La Nuova Sardegna