SASSARI.

leggi anche:

Pollice

verso della Regione alla proroga dell’accreditamento al Policlinico Sassarese. Un niet che spegne le speranze, da parte della dirigenza, di salvataggio della clinica privata, e con effetti che si annunciano devastanti per i dipendenti: già convocati per questa mattina 7 novembre i sindacati per comunicare la decisione di avviare le procedure per il licenziamento collettivo.

La doccia fredda è arrivata ieri pomeriggio durante il tavolo convocato nella direzione generale dell’assessorato regionale alla Sanità. Il mancato adeguamento alle norme di sicurezza, ripetutamente sollecitate dall’assessorato – è stato detto –, impedisce un’ulteriore proroga, è il sunto della questione, ma l’accreditamento potrà comunque essere richiesto dai nuovi acquirenti della casa di cura privata mettendo a norma la struttura in ogni sua componente.

L’assessore regionale alla Sanità, Luigi Arru, ha parlato di accreditamento “modulare”, e preso l’impegno a blindare posti letto e budget.

Scende in campo anche il sindaco di Sassari che, con un accorato appello all’assessore Arru e al Governatore Pigliaru chiede di salvaguardare il Policlinico e i posti di lavoro a rischio.

 

 

p> Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua
versione digitale

 

fonte: La Nuova Sardegna