Nell’ambito dei controlli straordinari del territorio nel centro storico di Sassari, i Carabinieri della locale Compagnia hanno deferito alla competente Autorità giudiziaria due minorenni responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente

SASSARI – Nell’ambito dei controlli straordinari del territorio nel centro storico di Sassari, i Carabinieri della locale Compagnia hanno deferito alla competente Autorità giudiziaria due minorenni responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, passando in Via Arborea, hanno notato la presenza dei due giovani che, alla vista dell’auto di servizio, hanno subito avuto un atteggiamento nervoso ed evasivo, comprovato dal tentativo di disfarsi di uno zainetto.

Insospettiti, i Carabinieri hanno deciso di procedere al controllo degli interessati, trovando nello zaino un sacchetto contenente 54grammi di marijuana. Dopo aver informato i genitori ed esteso la perquisizione anche alle case dei due 16enni, i successivi accertamenti hanno consentito di trovare complessivamente 21grammi di marijuana suddivisi in contenitori, un bilancino di precisione, tre tritaerba e vari ritagli in cellophane comunemente utilizzati per il confezionamento della droga.

A quel punto, considerato che il materiale trovato ha consentito di escludere l’uso personale, è scattata per entrambi la denuncia per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e poi sono stati affidati ai genitori in attesa dei provvedimenti della competente Autorità giudiziaria. La Procura della Repubblica del Tribunale per i minorenni di Sassari, che segue con particolare attenzione i fenomeni legati alla diffusione degli stupefacenti tra i giovani e gli episodi di bullismo e violenza, persegue in modo deciso e concreto i reati commessi dai minori, i quali, è opportuno ricordarlo, sono comunque soggetti alle norme penali, possono essere processati ed essere destinatari di specifiche misure di sicurezza.

Commenti

fonte: Sassari News