“120×120”: Alleanza assicurazioni ha festeggiato 120 anni organizzando un evento da record, unico al mondo per le famiglie, a favore dei bambini meno fortunati

ALGHERO – Alleanza assicurazioni, fondata nel 1898, ha celebrato il suo 120esimo anniversario in 120 piazze italiane coinvolgendo 15mila bambini in un evento di solidarietà unico al mondo a favore dei bambini meno fortunati. Un pomeriggio di giochi e solidarietà con un evento record. In ciascuna delle 120 piazze i bambini all’unisono, con una coreografia di massa, hanno composto una lettera vivente e, unendo virtualmente tutte le lettere, hanno dato vita a #lafrasesuperlunghissima: una filastrocca con un messaggio di solidarietà, che ha toccato120 città lungo tutta la penisola percorrendo 8.926chilometri. Ad Alghero, l’iniziativa si è svolta in Piazza Pino Piras.

I 15mila bambini hanno giocato tutto il pomeriggio partecipando a laboratori creativi ed a sezioni di Baloon master dove, con le loro famiglie, si sono cimentati anche nella realizzazione di palloncini dalle forme più fantasiose. «Con questo evento, abbiamo voluto testimoniare la vocazione di Alleanza ad essere al fianco delle famiglie italiane – ha commentato Davide Passero, amministratore delegato di Alleanza assicurazioni – E’ meraviglioso vedere migliaia di bambini ed i loro genitori che si mobilitano a favore di bimbi meno fortunati. Una catena della solidarietà lunga 8.926chilometri, quelli che collegano le 120 piazze di oggi. Mai al mondo era stato organizzata una manifestazione con questa estensione e ciò è stato possibile solo grazie all’impegno ed alla passione dei nostri 15mila consulenti presenti in tutta Italia».

L’evento ha un importante risvolto sociale: nelle 120 piazze infatti, Alleanza ha attivato una raccolta fondi a favore della Fondazione L’Albero della vita onlus, che sostiene le famiglie svantaggiate, con bambini di età compresa tra gli zero ed i sei anni, e che era presente con Alleanza in tutte le piazze coinvolte. L’iniziativa rientra nel programma “Ora di futuro”, un progetto educativo sviluppato in Italia in collaborazione con “The human safety net”, la Fondazione del Gruppo Generali a favore delle comunità.

Commenti

fonte: Sassari News