Sgominata la cupola della droga in Sardegna: 52 indagati

L’organizzazione era attiva su tutta l’Isola, nelle campagne di Ozieri il deposito degli stupefacenti

Sgominata la cupola della droga in Sardegna: 52 indagati

Di:
Redazione Sardegna Live

Montagne di cocaina e hascisc in arrivo dalla penisola e persino da Spagna, Gran Bretagna e Sud America per essere smerciate in tutta la Sardegna. La procura distrettuale antimafia di Cagliari ha chiuso l’indagine su una solida organizzazione criminale che poteva contare su uomini e donne sparsi in tutto il territorio dell’isola. La merce, quando le indagini si avvicinavano all’organizzazione, veniva prontamente nascosta in una serie di casolari nelle campagne di Ozieri.

Al comando della cupla della droga, secondo gli inquirenti, nomi già noti alle forze dell’ordine, come Alessandro Farina, già condannato con rito abbreviato a sei anni nell’ambito della maxi inchiesta sul traffico di stupefacenti per la quale era imputato principale Graziano Mesina.

Gli avvisi di chiusura delle indagini sono stati notificati a spacciatori e membri dell’organizzazione da Ozieri a Sassari, Ittiri, Olbia, Posada, Nuoro, San Gavino Monreale, Sestu, Serramanna, Terralba, Ales. Si tratta di 52 soggetti: lavoratori, studenti universitari, ragazzi e ragazze di famiglie perbene. Tutti indagati dalla Direzione distrettuale antimafia di Cagliari che, dopo aver raccolto centinaia di pagine di intercettazioni telefoniche e ambientali, è riuscita a risalire all’identità e ai ruoli dei componenti.


fonte: Sardegna Live