+ 12°C
logo ViviSassari

Sassari, tavolo del latte: esplode la protesta per l’esclusione di un allevatore

Home / Notizie

Sassari, tavolo del latte: esplode la protesta per l’esclusione di un allevatore

Date: May 20, 2019
Author: La Nuova Sardegna 20 Nessun commento

SASSARI. Momenti di tensione oggi 8 marzo all’apertura del vertice sassarese sul prezzo del latte ovino con i pastori, gli industriali del settore caseario e i rappresentanti di governo, Regione e associazioni di categoria. All’ingresso del palazzo di piazza d’Italia alcuni pastori hanno protestato perché il presidente della cooperativa di Dorgali, Leonardo Salis, non era stato ammesso al tavolo sebbene fosse presente ai precedenti incontri.

Vertenza latte: a Sassari protesta dei pastori per l’esclusione di uno di loro dal tavolo con governo e industriali Sassari. Il prefetto Giuseppe Marani ha mediato con i pastori già in rivolta prima che il tavolo si aprisse in prefettura a causa della esclusione del presidente della cooperativa di Dorgali che aveva partecipati a tutti gli incontri precedenti. L’incontro di oggi 8 marzo è cominciato con due ore di ritardo per attendere i rappresentanti del governo che portavano un nuovo provvedimento a favore della filiera latte ovinoLEGGI ANCHE Latte, rivolta a Sassari

Ne è scaturito un faccia a faccia fra il presidente della Colldiretti, Battista Cualbu e il presidente della Lega Cooperative, Claudio Atzori, col prefetto di Sassari, Giuseppe Marani a fare da paciere. Alla fine Salis è stato ammesso al vertice. Nel frattempo il confronto convocato dal prefetto Giuseppe Marani, è iniziato con oltre due ore di ritardo per consentire l’arrivo da Roma dei rappresentanti ministeriali che hanno portato al tavolo il decreto legge approvato dal Governo e che stanzia in totale 29 milioni di euro per il settore

Al centro del confronto c’è «la definizione di una metodologia relativa ai prezzi finali dei prodotti, correlando il prezzo del latte alle dinamiche del mercato del formaggio e delle Dop sarde».

Vertenza latte, a Sassari la rabbia degli esclusi al tavolo della prefettura Sassari. Momenti di tensione oggi 8 marzo davanti alla prefettura di Sassari dove si è riunito il tavolo per la vertenza sulla filiera del latte ovino. La vertenza non è ancora arrivata a una mediazione soddisfacente per le parti e l’iniziale esclusione di un rappresentante dei pastori ha generato una grande agitazione. Della vicenda parla Stefano Arzu, di Talana

Le parti, allevatori e trasformatori, partono da due proposte differenti: i primi chiedono che si parta da un prezzo medio di 80 centesimi al litro, mentre i secondi hanno proposto 72 centesimi.

Intanto il presidente regionale di Confagricoltura, Luca Sanna, ha auspicato che «rispetto ai passi avanti già fatti, come l’indicizzazione del prezzo del latte legato a quello del pecorino, altri ne devono essere fatti, come l’allargamento del paniere dei prodotti caseari di riferimento o la griglia di pagamento». Temi su cui «è necessario che ognuno si assuma le proprie responsabilità», ha detto Sanna confermando che «Confagricoltura continuerà a garantire il proprio contributo».


fonte: https://www.lanuovasardegna.it/sassari/cronaca/2019/03/08/news/sassari-tavolo-del-latte-esplode-la-protesta-per-l-esclusione-di-un-allevatore-1.17781870

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X