SASSARI. Una donna di 80 anni che torna verso casa, ha una busta nella mano. Guarda a sinistra e poi a destra, ha via libera e comincia ad attraversare, rigorosamente sulle strisce pedonali. Non basta per uscire indenne dall’ennesima sfida stradale: arriva uno scooterone a velocità sostenuta, alla guida c’è un uomo che tenta una disperata frenata, la moto si piega sul lato sinistro e travolge la donna che quasi non si rende conto di nulla. Vola via insieme alla moto, tutti a terra. Anche il motociclista che poi si rialza, va verso l’anziana, la scuote, gira il corpo, peggiorando ulteriormente le conseguenze gravi per una donna che nell’impatto violento ha già riportato traumi importanti.

L’ennesimo incidente in città è accaduto lunedì pomeriggio, alle 16,48 in via Napoli. La signora è ricoverata in gravi condizioni in ospedale: ha riportato la frattura della clavicola e di tre costole, un trauma cranico e lesioni in diverse parti del corpo. L’investitore si è trattenuto sul luogo dell’incidente giusto qualche minuto, indossava sempre il casco e una divisa da lavoro (il classico dispositivo di protezione individuale). Ha scambiato qualche parola con i primi soccorritori, poi ha rialzato la moto e se n’è andato come se niente fosse accaduto. É sparito nel nulla.

Per cercare di risalire all’identità dell’uomo, gli agenti della polizia locale di Sassari stanno studiando le immagini registrate da una telecamera stradale. Una sequenza terribile, che fa rabbrividire ma che può servire – almeno si spera – a dare un nome all’investitore.

Per questo la polizia locale ieri sera ha diffuso alcune immagini e una breve nota per chiedere la collaborazione dei cittadini.

«Abbiamo necessità di identificare il responsabile dell’investimento di una donna sassarese di 80 anni – ha spiegato il comandante Gianni Serra – avvenuto lunedì pomeriggio nella centralissima via Napoli. Chiunque fosse in grado di fornire informazioni sull’uomo che pochi minuti dopo essersi fermato ha fatto perdere le proprie tracce, può contattare la centrale operativa della polizia locale ai numeri 079-274100 e 800615125».

Proprio lunedì – dopo una valutazione degli effetti prodotti dalla legge entrata in vigore nel 2016, quella sugli omicidi e le lesioni stradali – era stato lanciato l’allarme sul comportamento di automobilisti e motociclisti. Gente che causa incidenti e non si ferma, nega i soccorsi e preferisce darsi alla fuga. Spesso non conosce l’entità dei danni causati alle vittime. Quello di via Napoli è l’ennesimo grave episodio che conferma l’allarme. I soccorritori intervenuti subito dopo l’incidente hanno notato l’investitore con il casco, nessuno ha pensato a prendere il numero di targa quando andava via. Perché chi investe un pedone non deve scappare, il suo primo pensiero dovrebbe essere quello di fare scattare i soccorsi subito e salvare una vita umana. (g.b.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

fonte: La Nuova Sardegna