SASSARI. Rocambolesco incidente nella tarda serata del 30 dicembre in via Caniga. Un’Ape car è finita prima contro un’auto, poi ha invaso la corsia opposta e ha centrato un autobus dell’Atp. L’uomo che era alla guida del motocarro ha fatto quindi inversione, si è diretto verso lo svincolo della ex 131 ed è riuscito a fare perdere le tracce proprio mentre sul posto intervenivano gli agenti del nucleo motociclisti della polizia locale. I vigili hanno trovato sul ciglio della strada un uomo di Usini che camminava a piedi e che è stato indicato come presunto passeggero dell’Ape car. Da quel momento sono partiti una serie di accertamenti e sulla base di informazioni raccolte, è stato scoperto che un motocarro incidentato (che corrispondeva a quello coinvolto nell’incidente di via Caniga a Sassari) era stato portato in una officina a Usini per le riparazioni del caso. La polizia locale ha girato la segnalazione ai carabinieri della stazione di Usini che hanno effettuato un intervento immediato e hanno trovato conferma circa la presenza del motocarro danneggiato a seguito di un incidente.. A quel punto sono state attivate anche altre verifiche ed è emerso che il proprietario del mezzo – un 43enne di Usini – era privo di patente (le indagini, anche sulla base di alcune testimonianze, dovranno dimostrare se la sera dell’incidente c’era davvero lui alla guida) mentre il motocarro non era coperto da assicurazione.

Sono scattati i primi provvedimenti, con la confisca del mezzo e una serie di sanzioni amministrative. Non è escluso che chi era alla guida dell’Ape car si sia allontanato dal luogo dell’incidente per evitare di essere sottoposto a controlli (come quello per l’eventuale guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche) che avrebbe causato anche conseguenze di carattere penale.

Le indagini proseguono per stabilire con certezza se il proprietario dell’Ape car fosse alla guida al momento dell’incidente e un contributo importante potrebbe

arrivare da alcune testimonianze che sono state già acquisite dagli agenti della polizia locale guidati dal comandante Gianni Serra. Per fortuna l’incidente – a parte i danni ai mezzi coinvolti – non ha avuto conseguenze per le persone.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

fonte: La Nuova Sardegna