Hanno strappato le cerniere e scardinato la porta. L’ex centro velico continua a essere bersaglio dei vandali

PORTO TORRES – Hanno strappato le cerniere e scardinato la porta. L’ex centro velico continua a essere bersaglio dei vandali. La struttura, un immobile di proprietà del Comune di Porto Torres che sorge davanti alla spiaggia della Renaredda è stata più volte colpita da ignoti che con scritte sui muri e irruzioni all’interno dello stabile hanno contribuito a danneggiare un bene parte del patrimonio comunale.

Questa volta i vandali, che probabilmente hanno agito di notte, hanno rotto le cerniere e smontato un’anta della porta d’ingresso poi buttata per terra. L’amministrazione comunale nei giorni scorsi aveva espresso la volontà di affidare in concessione a privati o ad associazioni la struttura tramite bando per destinarla a spazio di valorizzazione degli sport del mare, nautici e acquatici. Situato in una posizione strategica l’immobile da oltre un anno è quasi abbandonato in balia dei vandali in attesa di essere riqualificato e ristrutturato, anche se il rischio è che i danni possano aumentare a causa delle troppe incursioni di ignoti incivili e senza scrupoli che contribuiscono ad accrescere il degrado della città.

Il fabbricato si affaccia sul mare del Golfo dell’Asinara e davanti alla piazza Eroi dell’Onda, una posizione ideale per un immobile che al piano terra offre una superficie di circa 80 metri quadri in grado di ospitare attrezzature, dove creare aule didattiche o eventi culturali ed ambientali legati alla tutela del mare. Al primo piano un’ampia terrazza, un cortile e un’area esterna di 40 metri quadri in cui sistemare sdraio e ombrelloni offrendo un servizio alle spiagge ed un passaggio pedonale per un libero accesso al mare

Commenti

fonte: Sassari News