PORTO TORRES. Sono scaduti ieri i termini per l’avvio dell’ingiunzione di sgombero della banchina del molo turistico e l’Authority provvederà ora a liberarlo dalle imbarcazioni ormeggiate ai pontili galleggianti di proprietà del Comune e dell’ex associazione concessionaria. Si tratta di un passaggio fondamentale che consentirà all’Autorità di sistema portuale di proseguire l’iter per l’individuazione, tramite bando pubblico, del nuovo concessionario. Uno sgombero comunque suddiviso in tappe: il primo con lo spostamento delle unità – gran parte delle quali verrà ricoverata a terra negli spazi messi a disposizione dell’AdSP – e il secondo che prevede la rimozione dei pontili galleggianti del Comune e dell’ex concessionaria adiacenti alla banchina. L’ultimo step è invece stabilito con il decreto di proroga del termine di scadenza dell’ingiunzione, che verrà avviato dal 3 settembre e che riguarderà l’eliminazione dei corpi morti e lo spostamento di tutte le imbarcazioni

ormeggiate al lato sud della banchina Nino Pala. Contestualmente la Port Authority procederà alla pubblicazione del bando pubblico della concessione, i cui termini di assegnazione definitiva del bene andranno a coincidere con la data della terza tranche di sgombero. (g.m.)

fonte: La Nuova Sardegna