+ 26°C
logo ViviSassari

Policlinico, inizia la conta tra medici e dipendenti

Home / Notizie

Policlinico, inizia la conta tra medici e dipendenti

Date: Jun 24, 2019
Author: La Nuova Sardegna 29 Nessun commento

SASSARI. I Rusconi di Habilita non hanno rinunciato all’affare Policlinico e sono pronti ad aderire all’ipotesi di concordato fallimentare messa in campo dai lavoratori della casa di cura. E non sono gli unici investitori interessati, perché si è affacciata anche una cordata di imprenditori liguri del campo della sanità. L’incontro di tre giorni con i delegati del comitato promotore è stato positivo. Il chirurgo Carlo Conchedda, il ginecologo Pietro Demurtas e l’avvocato Emanuele Contini sono andati a Milano per cominciare a concretizzare l’iniziativa. Se il ricorso presentato dai Bua contro la dichiarazione di fallimento del giudice dovesse non essere accolto, allora i tempi per presentare in Tribunale questa soluzione alternativa all’asta pubblica sono molto stretti. Tutto dovrebbe finire sulla scrivania del giudice prima dell’estate.

La parola d’ordine da parte dei Rusconi e del comitato è: non perdere neanche un minuto. Infatti gli investitori hanno il grande vantaggio di avere già un progetto pronto dalla fase precedente del concordato preventivo, e di poterlo riattualizzare nella nuova ipotesi di concordato fallimentare. Anche i capitali già preventivati per la riqualificazione della struttura e la messa a norma degli impianti sono sempre disponibili. E a questi si aggiungerebbero i crediti messi sul piatto dalla cordata dei lavoratori e dei fornitori che gravitavano attorno al Policlinico. Il compito dei medici è quello di mettere d’accordo tutti nel più breve tempo possibile, a partire dai dipendenti.

Per questo motivo Conchedda, Demurtas e gli altri del Comitato ieri sera, nella sede dell’Ordine dei Medici, hanno chiamato a raccolta i lavoratori. Quelli assunti vantano un tesoretto di circa tre mensilità non pagate da mettere sulla bilancia, mentre i professionisti a contratto vantano crediti anche per diverse centinaia di migliaia di euro a testa.

Poi ci sono i fornitori, alcuni dei quali hanno insolvenze molto consistenti.

Si tratta naturalmente di capitali solo virtuali, soldi che non verrebbero mai risarciti in fase di vendita fallimentare.

Ma avere un esercito di creditori soddisfatti in partenza dall’acquisizione del Policlinico, toglierebbe molti grattacapi al giudice. (lu.so.)


fonte: https://www.lanuovasardegna.it/sassari/cronaca/2019/04/11/news/policlinico-inizia-la-conta-tra-medici-e-dipendenti-1.17799406

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *