+ 25°C
logo ViviSassari

Policlinico, Bua a processo per evasione

Home / Notizie

Policlinico, Bua a processo per evasione

Date: Jun 25, 2019
Author: La Nuova Sardegna 39 Nessun commento

SASSARI. Comparirà davanti al giudice monocratico il prossimo 17 maggio per rispondere di un’accusa che gli viene contestata in qualità di rappresentante legale della Policlinico Sassarese s.p.a.

Per il procuratore Gianni Caria, Piero Bua avrebbe «omesso di versare entro il termine previsto per la dichiarazione annuale di sostituto di imposta, ritenute risultanti dalle certificazioni per un importo di 1.304.451,66 euro per l’anno 2013 e 1.262.795,17 per l’anno 2014». A conclusione dell’indagine il capo della Procura di Sassari ha disposto per Bua (che è difeso dall’avvocato Giuseppe Conti) la citazione diretta a giudizio senza passare quindi per il filtro dell’udienza preliminare. Il presidente del Policlinico andrà cioè subito a processo.

Si tratta di un’inchiesta corposa e complessa supportata dagli accertamenti eseguiti dal nucleo di polizia economico-finanziaria del comando provinciale della guardia di finanza di Sassari. Le fiamme gialle avevano appurato un’evasione da 7 milioni di euro relativa all’ultimo quadriennio, ma nel procedimento in questione (che si è concluso) i milioni evasi sarebbero poco più di due e mezzo e fanno riferimento agli anni 2013 e 2014. Non è quindi da escludere che ci sia un altro procedimento in corso per il 2015 e il 2016.

La guardia di finanza, che nel 2018 aveva esaminato con la lente di ingrandimento i conti del Policlinico sassarese, aveva riscontrato delle anomalie. In particolare, i numeri non sarebbero tornati nella fase di comparazione tra le ritenute fiscali operate sulle buste paga dei dipendenti e sui compensi erogati ai professionisti che avevano lavorato per conto della struttura. Una lunga attività di verifica al termine della quale la cifra mancante era risultata enorme: 7 milioni di euro non versati all’erario. Per questa ragione la società per azioni titolare del Policlinico sassarese era finita nel mirino e il suo rappresentante legale era stato denunciato alla magistratura in quanto l’evasione fiscale accertata risultava superiore ai limiti previsti dall’articolo 10 bis del Decreto legislativo del 10 marzo 2000, n.74 (150mila euro per singolo anno d’imposta).

Il Nucleo di polizia economico-finanziaria del comando provinciale, guidato dal colonnello Marco Sebastiani, aveva esaminato i conti del Policlinico relativi in particolare all’ultimo quadriennio dai quali era emersa comunque la conferma di una difficoltà complessiva. Una carenza di liquidità che aveva portato a più riprese anche a ritardare il pagamento degli stipendi ai dipendenti e in ogni caso a erogare le spettanze dilazionate nel tempo.

A settembre del 2018, quando era scoppiato il caso, sulla vicenda era intervenuto il direttore generale del Policlinico Sassarese Vincenzo Dettori: «I primi anni di mancato versamento sono stati oggetto delle rateizzazioni

ammesse dalle legge per il pagamento – aveva spiegato – La società non ha inteso omettere i mancati versamenti e, riconoscendoli nei documenti di bilancio quale debiti nei confronti dell’erario, e non ha mai voluto volontariamente evadere alcunchè».

©RIPRODUZIONE RISERVATA


fonte: https://www.lanuovasardegna.it/sassari/cronaca/2019/04/13/news/policlinico-bua-a-processo-per-evasione-1.17800685

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *