Le Fiamme gialle della Tenenza di Sanluri hanno concluso un controllo nei confronti di una società operante nel campo del commercio alimentare, mirato alla verifica del corretto adempimento delle disposizioni che regolano i rapporti di lavoro

SANLURI – Le Fiamme gialle della Tenenza di Sanluri hanno concluso un controllo nei confronti di una società operante nel campo del commercio alimentare, mirato alla verifica del corretto adempimento delle disposizioni che regolano i rapporti di lavoro. Oltre a riscontrare la regolare assunzione dei dipendenti, i finanzieri hanno controllato l’osservanza dell’obbligo da parte del datore di lavoro del pagamento delle retribuzioni e stipendi con modalità e strumenti diversi dal denaro contante.

Dal primo luglio, con l’entrata in vigore delle novità introdotte dalla cosìdettà Legge di bilancio 2018, è stato previsto il divieto di pagamento dello stipendio in contanti e l’obbligo per i datori di lavoro di effettuare il pagamento solo con strumenti tracciabili, e quindi con bonifici provvisti di Iban, pagamenti elettronici, in contanti in uno sportello bancario o postale o tramite assegno. Le Fiamme gialle hanno appurato che il titolare dell’attività, per una mensilità ha corrisposto lo stipendio al proprio dipendente in denaro contante, circostanza questa che ha comportato l’irrogazione di una sanzione amministrativa pari, al massimo, a 5mila euro.

Commenti

fonte: Sassari News