BONORVA. C’è un volto nuovo in consiglio comunale: Pietro Marruncheddu, un giovane allevatore bonorvese, nei giorni scorsi, in occasione dell’ultima riunione dell’assemblea civica, ha occupato il posto rimasto vacante nelle fila della maggioranza in seguito alla prematura scomparsa dell’indimenticabile Tonino Sias.

Il sindaco Massimo D’Agostino, in apertura di seduta, l’ha ringraziato per la decisione presa e fatto gli auguri di buon lavoro. Dopo aver giustificato l’assenza motivata di vari consiglieri, il sindaco e l’assessore ai Lavori Pubblici, Aldo Salaris, hanno esposto brevemente i risultati ottenuti, da ritenersi assolutamente positivi, al termine dei vari incontri a livello regionale, provinciale e locale.

Inoltre i due amministratori hanno parlato dell’intenzione della giunta di utilizzare, con la dovuta attenzione e cura, l’avanzo di amministrazione per completare in modo adeguato e tecnologicamente avanzato i servizi comunali a favore dei cittadini per dare risposte più veloci e precise alle varie esigenze.

Alcune opere riguarderanno il recupero funzionale e la sistemazione di locali di proprietà che, a causa delle ultime abbondanti precipitazioni, hanno presentato vari danneggiamenti che creano situazioni di difficoltà e ne ledono la salubrità.

Sono in fase di studio e progettazione vari interventi per migliorare l’utilizzo del territorio dedicato all’agricoltura e pastorizia, ha osservato l’assessore all’agricoltura Giovanni Fozzi, con il ripristino ed ammodernamento di alcune strade rurali, la pulizia e la sistemazione di alvei di diversi corsi d’acqua in modo da facilitare l’accesso alle aziende e la piena funzionalità delle stesse.

Particolare attenzione sarà inoltre riservata alla vivibilità del paese con il miglioramento e completamento delle strutture sportive, il recupero strutturale e funzionale delle vie e piazze del centro storico, la sistemazione delle aree da destinare a zone pedonali e parcheggi e quelle da riservare, con il completamento del cimitero, a “coloro che furono”.

Un insieme importante di opere che, in parte, sono iniziate nei giorni scorsi con i lavori di rifacimento della via Grazia Deledda, la

cui superficie d’usura è stata già scarificata e sarà ripristinata con nuovo manto d’asfalto, e proseguirà con continuità con gli interventi su gran parte della rete stradale cittadina.

Rete che ha necessità di essere rimessa a nuovo per dare garanzie di sicurezza ai cittadini

fonte: La Nuova Sardegna