PORTO TORRES. Il sindaco Sean Wheeler ha scritto al ministro dei Trasporti Danilo Toninelli per esprimere la sua preoccupazione sulla eventuale riduzione delle corse estive della Tirrenia sulla linea Porto Torres-Genova e viceversa. Ma i vertici della compagnia navale annunciano che non c’è nessun disimpegno del gruppo Onorato, quindi di Tirrenia, dal servizio navale tra Genova e Porto Torres.

«È vero – aggiungono i vertici – invece il contrario: sul settore merci in questa direttrice di carico sarà infatti collocata una nuova nave Ro-Ro che consentirà di ottimizzare le frequenze del servizio confermando l’impegno sull’area di Sardegna che gravita su Porto Torres». Per quanto riguarda i passeggeri e le navi ferries, il gruppo Tirrenia precisa come non esista alcun monopolio sulla Genova-Porto Torres, linea sulla quale operano anche Gnv e Grimaldi. «È proprio per questo che la polemica su un presunto ruolo monopolista è alimentata ad arte, mentre il gruppo Onorato opera in una pura logica di mercato e gestisce il servizio secondo logiche commerciali». Per quanto riguarda le tratte coperte dalla convenzione, inoltre, il gruppo conferma «come siano ampiamente rispettate le regole previste nella convenzione stessa, sia per quanto riguarda le frequenze, sia per i prezzi, che sono comunque al di sotto di quanto stabilito».

L’allarme sulla riduzione delle navi era

stato lanciato nei giorni scorsi dalla segreteria cittadina del Pd, sulle pagine della Nuova, e Wheeler non ha perso tempo chiedendo delucidazioni e impegno anche all’assessore regionale ai Trasporti Carlo Careddu e al presidente dell’Autorità di sistema portuale Massimo Deiana.

fonte: La Nuova Sardegna