SASSARI. Resta nel Centro di prima accoglienza del Tribunale per i minorenni di Sassari il ragazzino di 14 anni arrestato con l’accusa di tentato omicidio per avere accoltellato il convivente della madre che aveva sfondato la porta del bagno e stava picchiando la donna. Il ferito, un 28enne di Sassari (colpito al collo e all’addome) è ricoverato in ospedale. Gli investigatori della squadra

mobile, intanto, hanno definito ulteriori aspetti della vicenda familiare. Non è escluso che per il 28enne venga ipotizzato il reato di maltrattamenti in famiglia. Di certo c’è che il minore non potrà tornare – per ovvie ragioni – nella stessa casa dove la mamma vive con il compagno.

fonte: La Nuova Sardegna