OZIERI. Anche sei aziende di Ozieri entrano a far parte, con altre della provincia, della piattaforma online Food & Wine Market Place, progetto promosso e portato avanti in Sardegna dalla Confcommercio nato sviluppatosi nell’ambito del progetto di cooperazione Interreg 2014-2020, che vede coinvolte insieme alla Sardegna, la Toscana, la Liguria, la Corsica e le regioni del Var francese. Si tratta di un progetto rivolto ai produttori agroalimentari che svolgono un lavoro di tipo artigianale, basato sulla qualità dei prodotti scelti e improntato sul “saper fare tradizionale”. Prodotti che sono insomma «il frutto di antiche tradizioni tramandate oralmente, ma che non hanno mai smesso di raffrontarsi con il presente, ma soprattutto con il futuro», spiega il presidente della Confcommercio territoriale di Ozieri Danilo Boe. «Nella piattaforma online Food & Wine Market Place – dice ancora Boe – i prodotti tradizionali di prima qualità si incontrano e si mettono in connubio con essa, con l’obiettivo di far uscire tali produzioni dai laboratori locali mettendoli su una vetrina globale, e insieme di dare ai prodotti la possibilità di essere visti, conosciuti e acquistati da un’ampia platea di acquirenti, che va dai fornitori ai consumatori al dettaglio alla ricerca del cibo di qualità e di una vita sana».

Sono sei, come detto, le aziende del territorio unitesi alla piattaforma: Artigiani del Dolce Peano, Formaggi Piras, Cantina Ledda, Panificio Malduca, Molino Galleu, Ithiri – Snack Liki. A queste si aggiungono, nella zona di Ittiri Delogu Gavina Produzione dolci sardi, Azienda Agricola Canu, Azienda Agricola Salvatore Marella e a Osilo Santa Maria del Cardo, Altea Formaggi, Formaggi Fratelli Dore, Azienda Truvunittu. «Tutte aziende – dice Boe – che hanno dato prova di saper lavorare secondo la più antica e genuina tradizione, ma con un occhio attento verso le opportunità e gli strumenti del presente. I produttori infatti si sono dimostrati particolarmente attenti e non si sono lasciati sfuggire questa opportunità, riuscendo a mettere in mostra, attraverso le singole produzioni, la varietà e la grande qualità dei prodotti sardi». Il progetto Food & Wine Market Place non è limitato al mondo digitale, anzi vuole essere un luogo di incontro e confronto tra le varie realtà in modo da far nascere collaborazioni e sinergie tra i vari produttori artigianali. Oltre alla rete, sono previsti anche appuntamenti “live”, come il prossimo che è in programma l’8 e il 9 dicembre a Sassari nell’Ex Mercato Civico con la manifestazione

Food & Beverage “CheGusto!”, dove, dice ancora Danilo Boe, «si potranno apprezzare, degustare e acquistare i prodotti di altissima qualità italiani e francesi promossi nella piattaforma, in un’atmosfera festosa dove si intrecciano buon cibo, cultura culinaria e laboratori pratici».

fonte: La Nuova Sardegna