Si celebra il 12 febbraio la Giornata mondiale dell’Epilessia, occasione per richiamare l’attenzione su una malattia di cui si parla ancora, forse, troppo poco, ma che si stima colpisca una persona su cento, con dunque dalle 10 alle 12mila persone malate anche nell’Isola.

L’iniziativa coinvolge in Italia le strutture specializzate in questa patologia e prevede la realizzazione di numerose manifestazioni come incontri, convegni, open day delle strutture sanitarie, proiezione di docufilm, concerti e laboratori artistici. La Lice – Lega Italiana Contro l’Epilessia – attiverà inoltre il “telefono viola”: i cittadini che volessero ricevere informazioni sulla patologia, il 12 febbraio potranno chiamare gratuitamente il numero 800.595.496, dalle 10 alle 17.

Con l’occasione illuminati di viola a Sassari e Cagliari, rispettivamente, il palazzo della Provincia e il palazzo Comunale. Gli ambulatori specializzati di Sassari (Neuropsichiatria infantile, Centro regionale epilessie), Nuoro (Neurologia dell’ospedale San Francesco), Iglesias (Ambulatorio neurologia del CTO) e Cagliari (Neurologia pediatrica, Centro epilessie età evolutiva del Microcitemico) saranno inoltre aperti al pubblico e a disposizione per consulti, informazioni e approfondimenti.

Mercoledì 14 febbraio ad Assemini è in programma una conferenza informativa, con proiezione di un filmato, rivolta ai docenti. L’appuntamento è alle 16.30 al 1° Circolo didattico “A. Gramsci”.

Sabato 17 febbraio a Cagliari (Ospedale Microcitemico, sala Thun, dalle 9.30 alle 13) si terrà inoltre il convegno “Epilessia e…lavoro, patente, sport”, con una serie di approfondimenti da parte di esperti e specialisti volti ad affrontare al meglio questa patologia nella vita quotidiana.

(Unioneonline/v.l.)


 

i dati


Oltre il buio dell’epilessia c’è speranza


 

matteo lai


Epilessia, dall’idea di un cagliaritano lo smartwatch che anticipa le crisi

fonte: L’Unione Sarda