Quando qualcuno dall’ arenile gli ha gridato che un delfino era in difficoltà non ha esitato un attimo per buttarsi in acqua vestito per tentare di salvare l’animale.

Sulla spiaggia Longa dell’Isola Rossa, il mare forza 9 e le onde alte oltre due metri non hanno fermato Roberto Ugnutu, il bagnino di 40 anni che il 28 dicembre ha sfidare la furia del mare per salvare la vita ad un delfino.

Una stenella lunga circa un metro e venti che ha ripreso il largo dopo essere stato trascinato dal sub nel mare in tempesta. Un gesto riconosciuto come coraggioso e tenace dallo stesso comandante della capitaneria di porto di Porto Torres, Emilio Del Santo che gli ha voluto rendere omaggio con il calendario della Guardia costiera, ed una nota di ringraziamento “per quel gesto di grande forza d’animo e senso civico, oltre che di collaborazione come se fosse parte della nostra organizzazione”.

Durante le feste natalizie il comandante aveva visto il video del delfino salvato dall’eroe ed era rimasto colpito per la perseveranza con cui l’esperto istruttore subacqueo, con il brevetto di bagnino da 22 anni, aveva agito.

“Sembrava non trasparire il rischio di quelle onde che trascinano via facilmente le persone in pochi attimi» – ha aggiunto il comandante. Un’impresa che non tutti possono permettersi. «La parte più difficile del nostro lavoro e far capire alla gente che il mare ha sempre ragione – ha raccontato Roberto Ugnutu – e quando c’è tempesta non puoi sfidarlo. Io mi sono permesso di farlo perché sono nato in acqua e conosco quella zona come le mie tasche e salvare gli animali e come salvare le persone”.

LE IMMAGINI DEL SALVATAGGIO:


 

roberto ugnutu con il delfino spiaggiato


Isola Rossa: il coraggioso salvataggio di un delfino con il mare in burrasca

fonte: L’Unione Sarda