+ 13°C
logo ViviSassari

Campu Perdu e Fornelli saranno ristrutturati

Home / Notizie

Campu Perdu e Fornelli saranno ristrutturati

Date: May 19, 2019
Author: La Nuova Sardegna 28 Nessun commento

PORTO TORRES. Il recupero alla piena e sicura fruizione dei visitatori degli ex carceri di Campo Perdu e Fornelli e la prosecuzione dei progetti in linea con la mobilità sostenibile e l’educazione ambientale da proporre sull’isola dell’Asinara. Sono queste le proposte inserite nel piano triennale dei lavori pubblici (relativo al triennio dal 2019 al 2021) e nel bilancio di previsione 2019, discusse e approvate dal consiglio direttivo dell’Ente Parco durante la riunione di ieri pomeriggio. Tra le opere pubbliche ci sono il progetto di trasformazione di Campu Perdu e l’intervento di messa in sicurezza dell’ex carcere di Fornelli. Il primo intervento è stato finanziato dal ministero dell’Ambiente e dall’assessorato regionale alla Difesa dell’ambiente (2 milioni e 100mila euro) e prevede la ristrutturazione degli edifici esistenti e la realizzazione di tutte le infrastrutture necessarie al funzionamento dell’immobile per il potenziamento dei servizi di fruizione turistica a basso impatto ambientale. L’obiettivo è quello di realizzare una scuola residenziale permanente con la programmazione di corsi e stage universitari e parauniversitari, per finalità ricettive, educative e di ricerca. Per Fornelli invece, dismesso da carcere nel 1997, le intenzioni del Consiglio direttivo sono state quelle di recuperare l’area di 6mila metri quadri alla fruibilità, attraverso uno studio di fattibilità e un progetto preliminare propedeutici agli interventi previsti. L’investimento dell’Ente Parco è stato di 500mila euro, ed entro questo mese il Politecnico di Milano consegnerà la relazione dove saranno indicati i punti di intervento per la messa in sicurezza. Tra gli obiettivi quello di creare un polo storico culturale nell’ex supercarcere, per poter poi chiedere alla Conservatoria delle coste una concessione pluriennale dell’immobile. Grazie ad un avanzo di amministrazione di 3 milioni di euro, invece, l’Ente Parco può finanziare tutti le attività e i progetti di valore strategico. «Le entrate più significative sono il contributo

del ministero dell’Ambiente per il funzionamento del Parco e dell’Area marina protetta – ha detto il vicepresidente dell’Ente Antonio Diana -, rispettivamente 1 milione e 773mila euro e 300mila euro, e quella della Fondazione di Sardegna per la mobilità sostenibile (400mila euro)».


fonte: https://www.lanuovasardegna.it/sassari/cronaca/2019/03/06/news/campu-perdu-e-fornelli-saranno-ristrutturati-1.17781083

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X