ALGHERO. Due sindaci del Nord Sardegna mobilitati come due moderni “Cupido” per far riunire una coppia di giovani belgi che si erano persi di vista tra le strade del centro di Alghero e che si cercavano disperatamente a vicenda. La storia, a lieto fine, è stata raccontata su Facebook dal primo cittadino della città catalana, Mario Bruno, che, insieme al “collega” di Castelsardo, Franco Cuccureddu, hanno fatto riunire i due dopo qualche ora di apprensione.

La vicenda risale ieri sera, 30 settembre: Bruno viene fermato per strada da tre ragazze: “una ragazza belga si è persa e piange. Non conosce una parola d’italiano. Non ha soldi. Non ha documenti. Ha il telefono fuori uso e non ricorda il numero del fidanzato che era con lei oggi ad Alghero. Non ha mezzi. Si sono persi di vista nella folla di Largo San Francesco. Abbiamo chiesto aiuto ma nessuno ci prende sul serio. La aiuti, è disperata”.

La ragazza racconta di essere ospite di un B&B a Castelsardo e così scatta la mobilitazione: Bruno chiama Cuccureddu che a sua volta allerta la Giunta con una chat. Così inizia la “caccia” al fidanzato. Che, poco dopo, è stato ritrovato al porto di Alghero mentre vagava in cerca della sua compagna da tre ore, avendo già allertato le autorità belghe.

“Almeno a qualcosa, forse, noi sindaci serviamo”, scrive su Fb Bruno. “Fare il sindaco mette di fronte sempre a problemi nuovi, spesso complessi, ma consente anche di entrare in contatto con varia umanità ed è una vera gioia quando si riesce a contribuire a risolvere piccoli o grandi problemi”, risponde sempre sul social network Cuccureddu.

fonte: La Nuova Sardegna