in

Strage di operai alla stazione di Brandizzo, al vaglio i telefoni di due delle vittime

I telefoni cellulari di due delle cinque delle vittime dell’incidente di Brandizzo sono tra gli elementi che verranno presi in esame dalla Procura di Ivrea (Torino) per valutare perché un treno li ha travolti e uccisi mentre lavoravano. I telefonini sono quelli di Giuseppe Aversa, 49 anni, e di Giuseppe Lombardo, 52 anni. Tra il materiale sequestrato per il fascicolo seguito dalle pm Giulia Nicodemi e Valentina Bossi, ci sono inoltre i tablet del macchinista, Marcello Pugliese, 52 anni, e dell’altra persona che era con lui nella cabina di guida, Francesco Gioffrè, 29 anni. Da estrarre anche i dati delle due scatole nere del treno. Per analizzare il materiale la Procura nominerà un consulente tecnico e agli accertamenti potranno partecipare gli indagati, che al momento restano due, il tecnico Rfi, Antonio Massa, 48 anni, e il caposquadra della Sigifer, Andrea Girardin Gibin, 53 anni, insieme ai loro legali e ai familiari delle vittime con eventuali consulenti propri.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Leggi l’articolo su: Ansa.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Sennori, otto ragazzi del servizio civico abbelliscono il centro culturale

Benetutti, manutenzioni straordinarie per la Chiesa di Sant’Elena Imperatrice