in

‘Esploso grande deposito di munizioni russe nel Donetsk’

 Un video pubblicato da Rbc-Ukraine mostra una potente esplosione che ha distrutto un grande deposito russo di munizioni Mlrs (sistema di artiglieria lanciarazzi multiplo di estrema precisione) a Makiivka, nel Donetsk, dove ieri sera il sindaco filorusso Alexey Kuzmin aveva segnalato un boato.

“I russi avevano piazzato un grande deposito di munizioni Mlrs nel cortile di un’area residenziale incompiuta a Makiivka. Ieri il deposito è saltato in aria.
I video “prima” e “dopo” sono stati girati da un drone”, scrive Rbc-Ukraine.

Gb, Mosca ha perso metà della capacità di combattimento L’esercito russo ha perso metà della sua capacità di combattimento in Ucraina, inclusi 2.500 carri armati. Lo ha detto il capo di Stato maggiore della Difesa del Regno Unito, l’ammiraglio Tony Radakin. Il quale respinge l’idea di una controffensiva troppo lenta da parte delle forze armate di Kiev.

Cremlino, ‘alto rischio sabotaggio ucraino a Zaporizhzhia’ Il rischio di “un sabotaggio del regime di Kiev” alla centrale nucleare di Zaporizhzhia, controllata dai russi, rimane “molto alto”, un sabotaggio che sarebbe “catastrofico per le conseguenze”. Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, tornando anche ad accusare l’Ucraina di avere fatto saltare la diga di Kakhovka. Lo riferisce l’agenzia Ria Novosti.

Spiragli sull’accordo sul grano.  “C’è ancora tempo” per soddisfare le richieste russe per salvare l’accordo per l’esportazione di grano ucraino rinnovandolo dopo la sua scadenza, il 17 luglio. Lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, citato dalle agenzie russe, ribadendo comunque che al momento non ci sono le condizioni per la proroga.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Leggi l’articolo su: Ansa.it

Ansa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

«Ecobox sul Bastione, un´indecenza»

Stretta a Sant’Antioco, sulle spiagge è vietato mangiare