in

Brasile. la destra cerca un candidato per le presidenziali 2026

In attesa del risultato del processo al Tribunale superiore elettorale brasiliano, contro l’ex presidente Jair Bolsonaro, che si avvia ad una condanna con l’ineleggibilità per otto anni, la destra bolsonarista è già alla ricerca di una nuova guida.
    Secondo la Folha di SP, il nucleo più vicino all’ex capo di Stato sta già discutendo i nomi della nuova leadership, che potrebbero avere il sostegno di Bolsonaro, in vista delle prossime tornate elettorali.
    In particolare, per le presidenziali del 2026, il gruppo ha già quattro pre-candidati sul tavolo: il governatore del Parana, Ratinho Jr. (Psd-Pr), il governatore del Minas Gerais, Romeu Zema (Novo-Mg), il governatore di San Paolo, Tarcisio de Freitas (repubblicani) e la senatrice Tereza Cristina (Pp-Ms), già ministra dell’Agricoltura con Bolsonaro.
    Tarcisio, governatore dello stato più ricco e popoloso del Paese, appare favorito, ma saranno le amministrative del 2024, secondo gli analisti della Folha, a far emergere il nome del candidato per le presidenziali, contro il Pt del presidente Luiz Inacio Lula da Silva.
    A San Paolo, Tarcisio e i bolsonaristi appoggiano la rielezione del sindaco Ricardo Nunes (Mdb-Sp). Ma se l’attuale sindaco fosse sconfitto da Guilherme Boulos (Psol-Sp), che avrà il sostegno di Lula, la candidatura del governatore di San Paolo perderebbe forza e Ratinho Jr. e Zema, se vittoriosi nei loro stati, prenderebbero slancio.
    D’altra parte, in un’intervista dei giorni scorsi, Bolsonaro non aveva escluso la possibilità di una candidatura della moglie Michelle. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Leggi l’articolo su: Ansa.it

Ansa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Cina, ferma opposizione alla vendita di armi Usa a Taiwan

Rivolte in Francia, Macron: ‘I genitori tengano i ragazzi a casa’