in

Pesca abusiva ad Alghero: aragostelle in trappola nell’area marina protetta

In piena Area marina protetta, vicino all’Isola della Foradada, la pattuglia marittima della base navale del Corpo Forestale di Alghero ha trovato un retino che galleggiava sostenuto da un rudimentale galleggiante con 13 aragostelle, pronte per essere immesse sul mercato clandestino.

I pescatori abusivi, probabilmente allarmati dalla presenza della pattuglia della forestale, hanno pensato bene di liberarsene per sfuggire al controllo per poi andarsele a riprendere con calma il prezioso bottino.

Gli agenti, dopo i rilievi del caos, hanno liberato le aragoste sotto misura all’interno della riserva integrale, al largo di Capo Caccia.

Il reato è duplice. Non solo sono state catturate aragostelle sotto misura, ma addirittura in una zona di tutela assoluta dell’Area marina di Capo Caccia-Isola Piana. I responsabili, oltre al sequestro delle attrezzature e a sanzioni pesantissime, se individuati, vanno anche incontro a una denuncia penale. Del fatto è stata già inoltrata dettagliata relazione alla magistratura.

© Riproduzione riservata

Leggi l’articolo su: L’Unione Sarda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Vento e sole, opportunità per il futuro della Sardegna

Kiev, ‘due morti e 23 feriti per l’attacco alla clinica di Dnipro’