in

Sassari Da nove interminabili mesi, ogni santo giorno, Renato Pintus finge con se stesso di non avere 70 anni e, pur di far uscire di casa qualche oretta suo figlio seriamente cardiopatico, al ritorno se lo trascina lentamente sulle spalle per la bellezza (si fa per dire) di sette piani di scale. Una prova degna di un atleta pronto per le Olimpiadi – dell’assurdo, però –, esattamente com…

Leggi l’articolo su: La Nuova Sardegna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Zambon: “La Lombardia voleva essere chiusa ma l’Oms esitò”

Ucraina, massiccio raid russo. Allarme per zaporizhzhia