in

Castelsardo, dipendenti comunali minacciati e insultati: arriva la sorveglianza armata

Troppi episodi di violenza e comportamenti, che mettono a rischio il personale impegnato presso gli uffici pubblici dell’assessorato ai Servizi sociali hanno messo in allarme il Comune di Castelsardo che si è dovuto dotare delle giuste contromisure.

L’amministrazione comunale ha attivato il nuovo servizio di sorveglianza armata a tutela di chi, quotidianamente, si trova a contatto diretto con tipologie diverse di utenti. 

Un provvedimento preso dall’Ente a seguito dei numerosi fatti di violenza ed intimidazioni che si sono verificati negli ultimi mesi. Il servizio è stato affidato all’Istituto di vigilanza Vigilpol di Sassari, in grado di garantire l’incolumità del personale e degli utenti che si rivolgono agli operatori delle Politiche sociali dopo le aggressioni avvenute negli uffici.

Un settore che coinvolge operatori e responsabili, troppo spesso esposti ad insulti e minacce, e che potranno godere di una protezione armata per poter svolgere il loro lavoro in sicurezza e in modo adeguato. In alcuni casi, infatti, si era reso necessario l’intervento degli agenti della polizia locale e dei carabinieri per dirimere situazioni di aggressione verbale e di prepotenza.  

© Riproduzione riservata

Leggi l’articolo su: L’Unione Sarda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Muros, prosegue la visita pastorale dell’arcivescovo Gian Franco Saba

Porto Torres, cantieri stradali: «Troppi lavori fatti male e pericolosi»