in

Porto Torres, 20 famiglie prigioniere in casa per colpa della pioggia

Un forte acquazzone si abbatte su Porto Torres e il piazzale di via Mossa al civico 4A finisce sott’acqua. Succede da circa 30 anni e i residenti del palazzo sono esasperati. Venti famiglie ostaggio della pioggia, allagamenti nei garage e acqua all’ingresso dell’edificio che ristagna, formando una piscina che permane anche una settimana impedendo il passaggio a piedi. “L’uscita dalle nostre case diventa impossibile – lamenta Angelo Scanu, uno dei residenti – siamo costretti ad utilizzare delle pedane in legno oppure dobbiamo prendere le nostre auto per attraversare il fiume d’acqua. Una situazione insostenibile che perdura da troppo tempo”. Negli anni sono stati allarmati più volte i tecnici comunali perché trovassero una soluzione all’enorme disagio subito dagli inquilini del palazzo, ma ancora tutto è rimasto come prima. Il problema si propone nell’immediato ad ogni temporale. Accade che con gli scrosci d’acqua si allaga la strada a tal punto da essere impossibile attraversare il piazzale, se non indossando gli stivali di gomma. E in difficoltà si trovano pure il postino e gli operatori che raccolgono l’immondizia dai bidoni condominiali, tanto che neppure scendono dai mezzi. © Riproduzione riservata

leggi articolo su: l’Unione Sarda

What do you think?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Hero

Written by L'Unione Sarda

Content AuthorYears Of Membership

Ploaghe, un centro diurno al posto dell’ex orfanotrofio: al via i lavori

Assemblea del Parco di Porto Conte, nuova convocazione dopo il flop