“Sorres natura e cultura”: due giorni di attività per la seconda ciclopedalata del Mejlogu

0
1

Sorres Natura e Cultura presenta la seconda edizione della Ciclopedalata del Mejlogu – Monte Pelao. Iniziata timidamente in epoca pre-covid nel novembre 2019, la Ciclopedalata del Meilogu viene riproposta nuovamente per domenica 17 novembre in una veste più ricca e articolata all’interno del contenitore SorresNaturaECultura. Una due giorni di eventi – sabato 16 e domenica 17 – alla scoperta del territorio che circonda la piana di Sorres e che avrà come fulcro l’abbazia e i paesi che le ruotano attorno. Organizzata dal comune di Borutta, guidato dal sindaco Silvano Arru e l’assessore Renzo Solinas, la manifestazione avrà due padrini d’eccezione: Fabio Aru e Giovanni Achenza. I due big del ciclismo saranno intervistati dai giornalisti Francesco Pinna ed Erika Pirina. Dal mondo della bicicletta da gara a quello della bicicletta da turismo che permette di osservare i territori nei giusti tempi e con la giusta empatia. Ecco che alla ciclopedalata fanno da contorno attività di socializzazione, di educazione all’ambiente, culturali e che richiamano la storia del territorio. Una due giorni strutturata con un pacchetto completo di proposte sportive, ricreative, di soggiorno e pernottamento. Quest’anno l’amministrazione e i circoli sportivi co-organizzatori hanno pensato a tutto garantendo a partecipanti e visitatori un’accoglienza al top. Il Monastero di San Pietro di Sorres offre la possibilità di pernottamento nelle sue stanze dedicate agli ospiti. Il pranzo con menù completo è prenotabile nel sito www.sorresnaturaecultura.com dove è anche possibile già visionarne il menù tipico del territorio. Con Sorres Natura e Cultura il comune di Borutta dimostra l’importanza di una stagione turistica annuale e la possibilità di proporre valide attività nelle comunità del centro dell’isola che riescano a coniugare cultura, sport e natura. Le tipologie di turismi possono essere coniugate con iniziative proprio come questa e le adesioni pervenute finora dimostrano il desiderio di vivere attività all’aria aperta che facciano scoprire le nostre bellezze. IL PROGRAMMA: Sia sabato 16 che domenica 17 ottobre sarà possibile visitare la Biblioteca del Monastero di Sorres, la Cattedrale, il Museo e la Grotta Ulàri – Sito di Interesse Comunitario – a partire dalle 10 del mattino. Spazio alle famiglie e ai bambini con il maneggio di pony Caddos Bordes di Ozieri che sia sabato mattina e pomeriggio che domenica alle 10:00 faranno delle dimostrazioni e il battesimo della sella per i piccoli. Sarà il sindaco Silvano Arru e il padre abate dell’Abbazia di Sorres, a dare il via alla manifestazione sabato pomeriggio alle 15:30 con un saluto a tutti i partecipanti che saranno poi coinvolti nei giochi della tradizione sarda organizzati dalla UISP. Adulti e bambini si divertiranno nelle attività motorie e nella visita al museo delle bici d’epoca a cura di Filippo Tuveri. Sia sabato pomeriggio che domenica, la cooperativa Siendas farà una dimostrazione con laboratorio dedicato alla preparazione delle Impanadas. Ricchezza e patrimonio storico culinario del territorio, la Cooperativa, in maniera informale e familiare, trasferirà i segreti dell’arte delle Impanadas a tutti i presenti.  Ancora sport, ma questa volta – sabato pomeriggio alle  16 – si parla di Football integrato, progetto dedicato all’inclusione, curato dalla Csen Sardegna,  che consente di gareggiare insieme con qualsiasi tipo di abilità e disabilità fisica o mentale, fianco a fianco, ad armi pari, ognuno con le proprie capacità, ritrovando così fiducia in se stessi e rispetto l’uno per l’altro. Curiosità e mondo animale con la falconiera Monica Solinas che terrà un approfondimento didattico scientifico sui rapaci notturni e diurni, sabato sempre sabato alle 16. Seguirà la dimostrazione del Centro Cinofilo di Antonio Guarino sull’addestramento dei cani; l’appuntamento si ripeterà domenica mattina.La giornata di sabato si concluderà con le acrobazie in bicicletta di Enrico Spano. Domenica mattina dalle 8 ci sarà la registrazione dei partecipanti alla Ciclopedalata. L’itinerario verso Monte Pelao di 28 chilometri e con un dislivello di 679 metri consentirà di vivere la bicicletta in forma sportiva ma godendo delle bellezze del territorio. Il secondo itinerario, più breve è dedicato alle famiglie con bambini e percorrerà la via delle Fornaci, luogo simbolo della storia moderna di Borutta. Per l’occasione il comune di Borutta metterà a disposizione delle biciclette. Dalle 9:30 alle 10:30 dritti al centro: dimostrazione di tiro con l’arco a cura degli Arcieri del Meilogu. A seguire, su una parete artificiale, l’Asd No Limits di Sassari presenterà l’arrampicata sportiva. Non solo bici ma anche trekking grazie all’ASD Caminos che porterà i partecipanti a godere della Valle del rio Frida attraverso il “Percorso Vita” Borutta/Bonnanaro domenica dalle 10 del mattino. Sarà l’aula capitolare del Monastero ad ospitare l’incontro con Fabio Aru e Giovanni Achenza coordinato dai giornalisti Francesco Pinna ed Erika Pirina. Il noto Cavaliere dei Quattro Mori, che ha lasciato il mondo del professionismo su strada alla fine di quest’estate, sarà ospite della SorresNaturaECultura, per raccontare il suo sguardo sul mondo in sella alle due ruote. Accanto a lui Giovanni Achenza, atleta ozierese, medaglia del triathlon nei giochi olimpici Tokio 2020 – che racconterà il coraggio, la forza e il riscatto insito nello sport. Anche domenica, dopo i saluti dell’amministrazione, saranno le acrobazie sulle due ruote di Enrico Spano a chiudere la serata.Per partecipare alla Ciclopedalata e scoprire nel dettaglio tutte le attività e i relativi orari è possibile consultare il sito web www.sorresnaturaecultura.com

leggi l’articolo su: Sassari Notizie

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome