Sono ben trentaquattro gli studenti del Liceo Azuni di Sassari che hanno partecipato tra settembre e ottobre al progetto “Oikos Erasmus +” della durata di quattro settimane in Germania, Spagna e Francia.

0
15

Sono ben trentaquattro gli studenti del Liceo Azuni di Sassari che hanno partecipato tra settembre e ottobre al progetto “Oikos Erasmus +” della durata di quattro settimane in Germania, Spagna e Francia.Il progetto “Oikos” del Liceo Azuni, finanziato dall’Unione Europea in seno al programma “Erasmus +”, è giunto alla sua terza edizione dopo che l’istituto sassarese ha ottenuto nel 2016 la carta della mobilità “Vet Mobility Charter”, assegnata anche grazie all’esperienza già maturata nell’ambito del programma “Leonardo da Vinci” a sostegno dei progetti europei di formazione ed educazione permanente.Accompagnati da un docente per la prima destinazione e da due per la seconda e la terza, nove di loro sono stati a Berlino, tredici a Salamanca e dodici a Perpignan, impegnati in tirocini formativi presso diversi enti e aziende locali.I viaggi di queste ultime settimane hanno consentito il recupero dell’attività prevista per l’estate scorsa rispetto all’annualità precedente, sospesa a causa della pandemia da Covid, con una lieve rimodulazione del numero dei partecipanti e delle mete ma un deciso rilancio della formazione degli studenti all’estero dopo il lungo periodo di isolamento entro i confini nazionali.Il ProgettoVenerdì 15 e sabato 16 ottobre, in occasione degli “Erasmus days” previsti fin dal giorno prima in tutta Europa, gli studenti e i loro docenti accompagnatori illustreranno agli allievi delle classi terze e quarte la loro recente esperienza, spiegando come hanno potenziato l’uso delle lingue straniere nel contesto delle famiglie che li hanno ospitati e delle sedi di lavoro  nelle quali hanno operato.Dal 2018 ad oggi sono stati ben centotredici gli allievi del Liceo Azuni che hanno effettuato un tirocinio formativo all’estero in modo assolutamente gratuito,  riservato proprio agli alunni delle classi terze e quarte dopo il superamento di una prova di selezione interna all’istituto.(Studenti del liceo Azuni in viaggio a Berlino)Per il prossimo anno, con partenze tra giugno e settembre, saranno settantanove i posti disponibili per alcune destinazioni previste in Irlanda, Francia, Germania e Spagna. I docenti Stefania Gala, Nicola Cadoni, Patrizia Carta, Pier Paolo Carboni e Jana Bitti, responsabili del progetto, sono già al lavoro per organizzare la selezione dei partecipanti.Il progetto prevede l’attività di formazione all’estero anche per i docenti e infatti già otto insegnanti del Liceo Azuni hanno usufruito di questa opportunità negli anni scorsi, mentre nel prossimo mese di novembre saranno due loro colleghi a partire per due settimane in Francia per affiancare i docenti locali nelle attività di insegnamento in classe e potenziare le loro conoscenze sulla progettazione formativa a livello europeo.Il Liceo Azuni ha nel frattempo ottenuto l’accreditamento per il progetto “Oikos Erasmus +” anche per il periodo 2021-2027 e nello scorso mese di settembre ha ricevuto il riconoscimento del grado di eccellenza per l’alta qualità raggiunta nell’attivare la mobilità studentesca. 

leggi l’articolo su: Sardegna Reporter

#Sassari #sardegnareporter #vivisassari #Economia, News

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome