Il centro vaccini si trasferisce da oggi alle Cliniche di San Pietro

0
4

SASSARI. Il centro vaccini anti covid dell’Aou di Sassari si sposta: a partire da oggi lascia l’area didattica al primo sottopiano del palazzo Clemente per fare ritorno al piano terra della clinica…
SASSARI. Il centro vaccini anti covid dell’Aou di Sassari si sposta: a partire da oggi lascia l’area didattica al primo sottopiano del palazzo Clemente per fare ritorno al piano terra della clinica medica in viale San Pietro numero 10. Già questa mattina, infatti, medici e infermieri riceveranno i pazienti nei locali della palazzina delle Medicine. È qui che nei prossimi giorni, in concomitanza con i pazienti fragili, il centro vaccini inizierà a somministrare la terza dose anche agli operatori sanitari over 60.La nuova campagna vaccinale, che al momento riguarda la vaccinazione con terza dose dei soggetti fragili, richiede adesso un’organizzazione diversa, più concentrata e minori spazi, fanno sapere dall’azienda ospedialiera universitaria. L’attività realizzata nell’hub del Clemente, iniziata il 6 maggio scorso, grazie anche alla forte collaborazione con l’ateneo turritano che aveva concesso gli spazi, ha permesso di vaccinare 22.247 persone, compresa una gran parte della popolazione di giovani e giovanissimi.Dalla direzione strategica arriva un ringraziamento al rettore per la disponibilità e la sinergia mostrata nel periodo più impegnativo della campagna vaccinale, quando la necessità di garantire un numero maggiore di vaccinazioni richiedeva spazi più ampi.Da oggi, quindi, l’attività ritorna nel centro dove tutto aveva preso il via il 4 gennaio, prima con la vaccinazione degli operatori sanitari e del personale delle ditte esterne che operano nell’ospedale, quindi delle forze dell’ordine, dei vigili del fuoco, del personale dell’università di Sassari e di quello delle scuole. Qui a essere vaccinati erano stati 22.814.La campagna vaccinale che comincia nella nuova sede segue la tabella di marcia su piano nazionale, con le nuove vaccinazioni che in questo momento andranno a interessare infatti sia i soggetti fragili che anche gli operatori sanitari più grandi, quelli over 60, con la terza dose.

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome