Prosegue a Cagliari il festival Éntula: Sara Segantin presenta “Non siamo eroi”

0
0

Prosegue a  Cagliari il festival letterario Éntula, con due appuntamenti organizzati in collaborazione con la Fondazione Medsea. Lunedì, 11 ottobre, al Fico d’India, sul lungomare del Poetto, alle 17, Sara Segantin presenta il libro Non siamo eroi (Rizzoli). L’incontro con la ventiquattrenne autrice trentina, cofondatrice di FridaysforFuture in Italia e volto noto della trasmissione di Rai3 Geo, è moderato da Giulia Eremita, responsabile della comunicazione della Medsea Foundation. L’indomani, martedì 12 ottobre, Sara Segantin è attesa all’Istituto Pertini per una presentazione dedicata agli studenti.Attraverso la storia di Alice, diciannove anni, Non siamo eroi parla al lettore di cambiamenti climatici. “Il rumore. Lo avrei ricordato sempre. Il rumore di una foresta che sparisce nel fango. Non c’era niente da capire. Semplicemente, il bosco non esisteva più”, è un passo del romanzo che evoca il disastro di “Vaia”, la tempesta che nel 2018 ha interessato il nord est dell’Italia, nelle Dolomiti e nelle Prealpi Venete, abbattendo milioni di alberi. Con Alice, sono protagonisti i paesaggi affascinanti del nostro Paese, da proteggere e di cui andare fieri, dalle Alpi alle grotte del Carso, in una storia emozionante di coraggio, forza, legami e sogni che ci ricorda cosa ci rende davvero vivi: lottare per una buona causa. “Non siamo eroi, siamo cittadini e cittadine d’Italia del mondo – dice Alice –  Abbiamo il diritto di pretendere il futuro”.Non siamo eroi (Rizzoli) – IL LIBRO – “Il rumore. Lo avrei ricordato sempre. Il rumore di una foresta che sparisce nel fango. Non c’era niente da capire. Semplicemente, il bosco non esisteva più.” Alice ha diciannove anni, è cresciuta in un paesino di montagna, immersa nella natura. Ma cosa succede quando la natura si scatena in modo imprevedibile e inatteso? Per Alice è un terremoto che la spinge a rimettere in discussione tutto il suo mondo, anche se stessa. Tornata all’università, si scontra con le proprie insicurezze, ma allo stesso tempo scopre in sé una passione ancora sconosciuta – quella per l’ambiente e per l’impegno civile – e si lascia sorprendere dall’amicizia vera, e dall’amore. Con lei, sono protagonisti i paesaggi affascinanti del nostro Paese, da proteggere e di cui andare fieri, dalle Alpi alle grotte del Carso, in una storia emozionante di coraggio, forza, legami e sogni che ci ricorda cosa ci rende davvero vivi: lottare per una buona causa.L’accesso agli eventi è possibile previa verifica del Green Pass, come previsto dalle nuove norme di contenimento del COVID19.ÉNTULA È il festival letterario inclusivo per antonomasia: dal 2013 propone libri e autori appartenenti a qualsiasi genere letterario, in arrivo da qualsiasi parte del mondo in qualsiasi centro della Sardegna disposto ad ospitarli. Collabora da tempo con i festival Liquida, Un’isola in rete, Tuttestorie, Racconti e paesaggio e LEI.Nello stesso cartellone appaiono scrittori, biblioteche, librerie, associazioni, scuole, strutture pubbliche e private in armoniosa collaborazione, con l’unico ambizioso obiettivo di far diventare il consumo culturale da evento a consuetudine irrinunciabile.Éntula – festival letterario diffuso con la Sardegna è realizzato col contributo di Regione Autonoma della Sardegna – assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport e Fondazione Sardegna.Media partner di questa edizione è la testata giornalistica Sardinia Post.

leggi l’articolo su: Sassari Notizie

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome