Impianti sportivi la sfida per uscire dall’anno zero

0
2

Avviato l’iter amministrativo per la revisione del regolamento sulle concessioni Si attende anche una relazione tecnica per la messa a norma di tutte le strutture di Gavino Masia

07 Ottobre 2021

PORTO TORRES. Il Comune ha avviato l’iter amministrativo per l’acquisizione di una relazione tecnica per la messa a norma degli impianti sportivi e una revisione del regolamento per la concessione delle strutture pubbliche di proprietà. Allo stato attuale è infatti quanto mai necessario riqualificare e ammodernare i vari impianti sportivi presenti all’interno del territorio comunale, considerato che sono trascorsi diversi anni senza che la municipalità turritana abbia mai proceduto ad una loro ristrutturazione. Nell’attesa dell’acquisizione della relazione tecnica per la messa a norma degli impianti e della revisione del regolamento per la gestione delle strutture, è comunque interesse dell’amministrazione procedere a un affidamento in concessione annuale e temporanea delle strutture, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, previo avviso pubblico ad associazioni sportive o altri soggetti da pubblicare sul sito istituzionale dell’Ente. Le concessioni, con eventuali limitazioni di accesso al pubblico, verranno effettuate con tipologia differente. Gli impianti sportivi in concessione tariffa annuale sono la pista di atletica leggera in piazza Cagliari 70, lo stadio comunale, i campi di calcio numero 2 e 3 di viale delle Vigne, il campo Occone di via Petronia, la palestra di judo (ex ludoteca Monte Agellu), la palestra di Karate all’interno del PalaMura e la palestra di boxe di via Petronia. Gli impianti sportivi in concessione d’uso a tariffa oraria, invece, sono la palestra della scuola Bellieni (Antonello Nardi), la palestra “A.Frank”, la palestra della scuola di Borgona, le palestre della scuola media e della scuola elementare di Monte Agellu, la palestra della Scuola media “Il Brunelleschi”, la palestra “Siotto Pintor” del villaggio Verde e il PalaMura.Le associazioni sportive o altri soggetti possono presentare manifestazione di interesse per massimo una struttura sportiva, mentre le associazioni o altri soggetti che presentano manifestazione di interesse costituite in raggruppamento possono presentare istanza per massimo due strutture sportive. Con questo provvedimento l’amministrazione comunale ha quindi voluto dare piena applicazione al regolamento comunale sulla concessione degli impianti, che prevede appunto affidamenti annuali o orari. «Abbiamo fatto questa scelta per garantire pari opportunità di accesso alle strutture – dice l’assessora allo Sport Simona Pala –, favorirne la corretta ed efficiente gestione ma anche promuovere forme di collaborazione tra le associazioni sportive. Il passo successivo sarà quello di modificare il regolamento per consentire gli affidamenti pluriennali alle società sportive, così come era previsto nelle linee programmatiche presentate dal sindaco ad inizio mandato».

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome