Coltellate dopo la lite giudizio immediato per un 51enne di Mores

0
3

MORES. “Prove evidenti” condivise dal gip Carmela Rita Serra che, accogliendo la richiesta del pubblico ministero Maria Paola Asara, ha disposto il giudizio immediato per Luigi Calvia, il 51enne di…
MORES. “Prove evidenti” condivise dal gip Carmela Rita Serra che, accogliendo la richiesta del pubblico ministero Maria Paola Asara, ha disposto il giudizio immediato per Luigi Calvia, il 51enne di Mores accusato del tentato omicidio – avvenuto lo scorso 6 agosto – del compaesano Marco Sassu, di 47 anni (che sarà tutelato nel processo come parte civile dall’avvocato Antonio Secci). Calvia deve rispondere anche di lesioni nei confronti di una donna che provò a bloccarlo mentre lui con un coltello colpiva la vittima rimanendo a sua volta ferita alla mano.Il processo comincerà a gennaio davanti al secondo collegio del tribunale di Sassari.I fatti risalgono a due mesi fa e la coltellata all’addome rischiò di avere conseguenze tragiche. Stando ai racconti dei testimoni, dopo essersi reso conto di quanto accaduto, Calvia sarebbe scappato e avrebbe gettato l’arma lungo la strada: una strada centrale, via Roma a Mores, ma confinante con la campagna. In quella zona abitano entrambi e lì si è consumata la violentissima lite iniziata intorno all’una del mattino. Sassu, che in precedenza aveva avuto un alterco con Calvia sugli spalti del campo di calcetto dove in quei giorni si stava svolgendo un torneo estivo amatoriale, era già rientrato a casa quando a un certo punto aveva sentito provenire dall’esterno la voce di Calvia che, come dissero i vicini, avrebbe urlato con il proposito di farsi sentire. Sassu era uscito di casa, insieme ad altre persone della via, e la lite era ripresa. Poi era spuntato quel coltello e Sassu all’improvviso ha cominciato a perdere molto sangue dall’addome e da un braccio e anche una vicina era stata leggermente ferita a una mano. In quel momento Calvia si sarebbe dato alla fuga mentre qualcuno chiamava i soccorsi. Sul posto erano intervenuti, oltre all’ambulanza che aveva trasportato Marco Sassu in ospedale, i carabinieri che si erano messi subito alla ricerca del 51enne riuscendo dopo poco a rintracciarlo e arrestarlo. Anche lui aveva riportato qualche ferita ed era stato ugualmente ricoverato in ospedale. (na.co.)

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome