Chiedete ai Gatti quanto può essere non “sostenibile” il Jazz”: quando la musica è un disturbo

0
13

Riceviamo a diffondiamo la segnalazione dell’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico (GrIG): Nell’area archeologica della Basilica paleocristiana di San Saturnino, a Cagliari, in questi giorni su sta svolgendo una manifestazione Jazz che dichiara di esser sostenibile, ma suscita non pochi dubbi.Il sito, di grande rilievo archeologico, tutelato con vincolo culturale e vincolo paesaggistico (decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.), è sede da decenni di una colonia felina frequentata da decine di Gatti e censita dal Comune di Cagliari.Colonia felina tutelata ai sensi della legge n. 281/1991 e dal Regolamento comunale per la tutela e la gestione degli animali.Eppure, in quattro e quattr’otto, da martedi 24 settembre 2021 ruspe, chiasso, gruppi elettrogeni e installazioni per spettacolo han buttato per aria la tranquillità felina e non si sa quali problemi abbia causato e stia causando alla salvaguardia archeologica del sito, il più importante per il periodo paleocristiano della Sardegna.Si attendeva il completamento e l’apertura degli scavi archeologici alle visite e ci ritroviamo con una sostanziale privatizzazione del sito.L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico (GrIG) ha, quindi, inoltrato (25 settembre 2021) una specifica istanza di accesso civico, informazioni ambientali e adozione degli opportuni provvedimenti alle articolazioni nazionali, regionali e di area del Ministero della Cultura e al Comune di Cagliari.Di simili manifestazioni sostenibili non si sa in base a che criteri non si sente proprio il bisogno, tutela e fruizione pubblica della Basilica e del sito archeologico e tutela della colonia felina sono, invece, punti fondamentali e non rinunciabili per l’area di San Saturnino.

leggi l’articolo su: Sassari Notizie

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome