Scuola, ripartenza in sicurezza

0
0

Ritorno in classe nel rispetto delle regole per i circa duemila alunni degli istituti comprensivi 1 e 2di Gavino Masia

17 Settembre 2021

PORTO TORRES. La ripartenza scolastica dei circa duemila alunni degli istituti comprensivi numero 1 e 2 si è svolta nel migliore dei modi grazie alla collaborazione tra scuola, famiglie ed ente locale. Si è mantenuto il distanziamento sociale e si sono rispettate alla lettera tutte le regole, compresa quella delle verifica del green pass. Tutti i plessi scolastici dei due Istituti – scuola dell’infanzia, scuola primaria e scuola media – hanno cominciato regolarmente le lezioni e le due dirigenti scolastiche mantengono alta l’attenzione, bene ricordarlo, sui comportamenti anticovid. All’Istituto comprensivo 2 “Don Antonio Sanna” da quest’anno c’è una nuova dirigente scolastica, Maria Grazia Casu, che ha deciso di confermare le peculiarità già presenti nella didattica di questa scuola. «Proseguiremo i due percorsi ad indirizzo musicale – precisa -, uniche in Sardegna, dove lavoreremo per una offerta formativa, rispettando le regole Covid, che ci porti a rendere operativo l’obiettivo di costituire una orchestra musicale con gli alunni della scuola». Oltre alla musica, però, nella centrale scolastica di via Monte Agellu si stanno programmando alcuni laboratori che partiranno a breve. «Si tratta di percorsi laboratoriali che verranno attivati tra ottobre e novembre – spiega la dirigente – e che saranno caratterizzati periodicamente sul settori digitale e sul pensiero comportamentale». Rimane il problema delle strutture sportive scolastiche che, con l’avvio della stagione agonistica, verranno richieste dalle società turritane per le loro attività. «In questo caso sarà necessario un incontro-confronto tra Comune, scuola e agenzie educative – conclude Maria Grazia Casu -, per stabilire protocolli che prevedano l’utilizzo delle strutture in perfetta sicurezza».Un avvio scolastico in tranquillità anche nell’Istituto comprensivo 2, con ingressi regolari in tutti i plessi e seguendo le regole del Piano scuola e di quello di emergenza. «Sui laboratori abbiamo attivato la terza fase del progetto Piano scuola – ricorda la dirigente scolastica Anna Rita Pintadu -, iniziato nel periodo estivo, e altro traguardo formativo ed educativo è lo sviluppo di competenze emozionali e affettivo-relazionali che possano sfociare nel rispetto delle diversità, delle pari opportunità, nel superamento degli stereotipi di genere e degli atteggiamenti di bullismo e cyberbullismo, attraverso percorsi di educazione all’affettività».La scuola di via Principe di Piemonte intende anche assicurare l’accoglienza e l’inclusione di tutti, pari opportunità di crescita culturale e il rispetto della libertà di scelta educativa delle famiglie. «Tra le strategie presenti nell’offerta formativa anche la valorizzazione e il potenziamento delle competenze linguistiche – aggiunge la dirigente scolastica -, con particolare riferimento alla lingua inglese e ad altre lingue dell’Unione europea, anche mediante l’utilizzo della metodologia Content language integrated learning». L’Istituto assicura anche dialogo e collaborazione costanti con le famiglie e con le altre agenzie educative del territorio.

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome