Piraino dal gup a fine novembre per la trattativa con Andrea Baeli

0
1

SASSARI. Deciderà a fine novembre il giudice dell’udienza preliminare sulla richiesta di rinvio a giudizio dI Daniele Piraino e Rita Marras, finiti sotto inchiesta per concorso in tentata estorsione…
SASSARI. Deciderà a fine novembre il giudice dell’udienza preliminare sulla richiesta di rinvio a giudizio dI Daniele Piraino e Rita Marras, finiti sotto inchiesta per concorso in tentata estorsione per ciò che accadde il 30 novembre del 2016 nella sede della Torres nell’ambito del passaggio delle quote societarie. Piraino, 59 anni, originario di Palermo ma residente a Castelsardo, presidente della Torres calcio nel 2016, e l’ex segretaria della società (difesi dagli avvocati Elias Vacca e Carlo Pinna Parpaglia) hanno scelto di affrontare l’eventuale processo con il rito ordinario. Il terzo imputato, l’ex vice presidente della Torres Antonio Carboni aveva scelto il rito abbreviato. L’inchiesta era partita dopo la denuncia dell’imprenditore romano Andrea Baeli che aveva raccontato alla polizia di essere stato aggredito e costretto da un gruppo di tifosi a stracciare gli accordi firmati con Piraino all’interno della sede della società sassarese e poi a fuggire in auto verso l’aeroporto il 30 novembre di cinque anni fa.

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome