Sassari, donna rischia di annegare nel garage allagato

0
92

Li Punti, per salvare una persona rimasta bloccata dalla piena, tre vicini di casa hanno sfondato una grata a colpi di piccone Luca Fiori

12 Settembre 2021

SASSARI. «Ero scesa in garage per controllare la situazione e in pochi minuti sono rimasta intrappolata. Pioveva tanto e ho fatto l’errore di richiudermi il portellone dietro le spalle, ma improvvisamente siamo stati sommersi dall’acqua e non era più possibile tornare indietro e aprirlo. Senza l’aiuto dei miei vicini probabilmente non ce l’avrei fatta». Il giorno dopo il violentissimo acquazzone che venerdì pomeriggio ha messo a dura prova diverse zone della città, in via Carlo Lenci nel quartiere di Li Punti si fa la conta dei danni e a metà mattina c’è ancora chi ha in azione le pompe di sentina per liberare garage e taverne da acqua e fango. È qui, al piano terra di una palazzina a due piani, che il coraggio di Daniele Demontis, Emanuele Usai e Antonio Marinu ha evitato che una donna di 53 anni annegasse nel magazzino della sua abitazione invaso dalla piena dell’acqua. «Per miracolo – raccontano i tre vicini di casa della donna – mentre lei chiedeva disperatamente aiuto, abbiamo trovato un picco in quella casetta degli attrezzi e con l’acqua che ci arrivava alla vita abbiamo buttato giù la grata e l’inferriata, riuscendo a farla uscire e a trarla in salvo».Sono stati momenti concitati e di grandissima tensione, ma il sangue freddo e la forza dei tre soccorritori nel buttar giù l’inferriata sotto il diluvio sono risultati determinanti per salvare la vita della donna. In quei momenti gran parte della città si è ritrovata sott’acqua e la centrali operative dei vigili della fuoco e della polizia locale sono andate letteralmente in tilt. Nelle zone più critiche sono intervenute anche le squadre della protezione civile che hanno effettuato decine di interventi.«La storia purtroppo si ripete – spiega Giovanni Farina, vice presidente del comitato di quartiere di Li Punti – ma questa volta abbiamo rischiato più di una tragedia». Durante il violento temporale si è temuto il peggio anche per un’altra donna di 83 anni, rimasta bloccata nella sua abitazione di via Domenico Millelire, sempre a Li Punti, e poi tratta in salvo dal figlio e dai vigili del fuoco. Nell’abitazione di Giovanni Farina in via Medaglie D’Oro venerdì dopo pranzo l’acqua ha invaso il garage e una taverna, facendo migliaia di euro di danni.«Il temporale ha fatto andare via anche la corrente – racconta mentre mostra il livello raggiunto il giorno prima dall’acqua – e in poco tempo si è allagato tutto. Venerdì abbiamo raccolto acqua sino a mezzanotte – aggiunge – poi siamo andati a dormire e abbiamo ripreso al risveglio. Questo quartiere non merita di essere trattato in questo modo – prosegue il vice presidente del comitato – servono interventi urgenti rimandati da troppo tempo. Due anni fa in questo tratto di strada è stato sostituito il vecchio tubo della fognatura – aggiunge – ma le abitazioni non sono state collegate. Per evitare di rivivere una giornata come quella di venerdì – conclude Farina – e mettere a repentaglio la vita di noi abitanti sarebbe il caso che le istituzioni prendessero in mano la situazione, Li Punti non può più aspettare».©RIPRODUZIONE RISERVATA

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome