Tempio: domani Bookolica si chiude nel segno degli autori sardi e del giornalismo d’inchiesta

0
4

Domani ultimo giorno di appuntamenti con Bookolica 2021. Per la giornata conclusiva gli eventi della mattina si svolgeranno nell’affascinante cornice dei Monti Limbara all’interno del Vallicciola, Monte Limbara Nature Hotel. Si inizia alle 11.00 con la giovane scrittrice sarda Angelica Grivel Serra che presenterà insieme a Sara Puggioni e Daniela Muzzu il suo libro “L’estate della mia rivoluzione” (Mondadori, 2020): il racconto di un’estate indimenticabile, che condurrà una diciassettenne in lotta con il proprio corpo che cambia all’accettazione del suo diventare donna.Alle 12.00 sarà lo il giornalista e scrittore sardo Giovanni Maria Bellu a presentare, in dialogo con il giornalista Giovanni Runchina, il suo ultimo lavoro “I Bambini della Luna” (Bompiani, 2021). Il libro è un reportage che ricostruisce la biografia di Angelo Di Carlo – noto come Sgargy, militante ambientalista da tutta la vita che si dà fuoco davanti a Montecitorio – ed è insieme un romanzo generazionale che racconta il Grande Inganno: l’idea dell’inarrestabilità del progresso e il disastro prodotto dal silenzio dei vecchi che non hanno trasferito ai figli e ai nipoti – la generazione che oggi governa il mondo – la memoria della Resistenza e della guerra. La mattinata si concluderà con il concerto live “Metamorfosi” del giovanissimo Maestro di Launeddas Matteo Muscas. Nel pomeriggio, alle 18.00, si torna a Tempio Pausania in Piazza Faber con la presentazione del libro “La mano bruciata: Scrittori, pittori, elezioni” (Rubettino, 2021) di Jonny Costantino che dialogherà con Antonio Moresco e Domenico Brancale. Gli artisti protagonisti dei saggi selvaggi che compongono quest’opera spiazzante e sanguigna sono scrittori e pittori: Bachmann, Bernhard, Bolaño, Brancale, Ceronetti, de Marco, Dumas, Ferrari, Flaubert, Kristof, Lispector, Mattotti, Moresco, Samorì. Su ognuno di loro l’autore ha scritto denudandosi in un corpo a corpo dove l’azione è affidata all’erotica della parola. L’ultima serata di Bookolica 2021 sarà dedicata al giornalismo d’inchiesta e all’attualità. Alle 21.30 con “Indip. Fare inchiesta in Sardegna” il giornalista Pablo Sole – direttore di Indip.it e contributor per IlFattoQuotidiano.it – presenterà in anteprima le inchieste della nuova testata giornalistica online Indip. Alle 22.00 a calcare il palco di Piazza Faber saranno Giorgio Mottola – inviato di Report, ha lavorato per Il Fatto Quotidiano, Fox Italia ed è stato consulente della Bbc per due documentari sulla criminalità organizzata italiana – e Diego Gandolfo – giornalista d’inchiesta, ha collaborato con la Repubblica, Il Manifesto, Presadiretta, Report, BBC, Le Iene. Presenteranno “Fratelli di truffa: Storie, protagonisti, segreti e metodi di una vera eccellenza italiana” (Baldini & Castoldi, 2019), il libro di Giorgio Mottola nel quale ha raccolto le storie dei più geniali dei truffatori italiani, dal dopoguerra a oggi. Si va da Carlo Caresana, definito dal Sunday Telegraph il “più grande truffatore del Novecento” a Gianfranco Lande, detto il Madoff dei Parioli, che ha svuotato le tasche di attori, calciatori, politici e star della tv, con la promessa di rendimenti altissimi. Mottola presenterà anche “Camorra nostra. Nascita di una S.p.a. del crimine” (Sperling & Kupfer, 2017), un volume nel quale ripercorre la storia della camorra seguendo le rivelazioni dell’ex boss del clan dei Corleonesi, Franco di Carlo, uno dei pentiti più attendibili. A lui Totò Riina aveva affidato, insieme ad altri fedelissimi, il delicato compito di gestire, negli anni Settanta, l’espansione dell’organizzazione siciliana sul continente. La verità raccontata da Di Carlo non ha precedenti, ma trova puntuali riscontri dispersi in migliaia di pagine di atti giudiziari, che l’autore ha scandagliato per scrivere, della camorra, la storia che non è mai stata raccontata. Infine si approfondirà “Processo allo stato” (Bur Rizzoli, 2012), libro di Giorgio Mottola e Maurizio Torrealta che riesce a dare un quadro completo di vent’anni di trattativa Stato-mafia. In un’inchiesta narrata con il passo di un noir, gli autori portano alla luce documenti inediti e nuove testimonianze essenziali per comprendere cosa veramente abbia causato le stragi del 1992-1993, allungandone l’ombra fino a oggi.A concludere Bookolica 2021 saranno “Il Segnalibro umano”, le proposte letterarie a cura di Andrea Lucatelli e il concerto live “Mumucs”, progetto solista per voce e loopstation della cantante e compositrice Marta Loddo.  L’accesso a tutti gli eventi di Bookolica 2021 è gratuito e in rispetto delle normative anti-COVID19, con obbligo di green pass. Bookolica è organizzato dall’Associazione Culturale Bottega No-Made, con il sostegno di Regione Autonoma della Sardegna, Comune di Tempio Pausania, Fondazione Sardegna Film Commission e con il patrocinio per il Pre-Festival dell’Università degli Studi di Firenze.

leggi l’articolo su: Sassari Notizie

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome