Cgil, Cisl e Uil: richiesto confronto con Cingolani e Solinas per discutere di temi sociali

0
1

“Auspichiamo che il ministro Cingolani e il presidente della RegioneSolinas convochino al più presto le parti sociali per discutere deitemi oggetto del tavolo previsto a Roma mercoledì, del quale abbiamosaputo, con non poco disappunto, solo dalla stampa”: lo hanno detto isegretari generali Cgil, Cisl e Uil Samuele Piddiu, Gavino Carta eFrancesca Ticca, aggiungendo che “si tratta di un tavolo incentrato sutemi oggetto di diverse nostre richieste di incontro, sia a livellonazionale che regionale, per avviare un dialogo sul quale lo stessopresidente della Regione si era impegnato”.Già il 22 luglio Cgil, Cisl e Uil avevano inviato una lettera aiministri Cingolani e Giorgetti affinché fosse aperto un confronto,insieme alle parti sociali, sul tema della transizione energetica edel phase out delle centrali termoelettriche a carbone.Secondo i sindacati, la materia energetica, la giusta transizione e lemodalità di spesa delle risorse a disposizione per rilanciare losviluppo e l’occupazione della Sardegna devono essere frutto di unadiscussione collettiva, che non può prescindere dal coinvolgimentodelle parti sociali.L’assenza di interlocuzione e dialogo da parte della Giunta rischia diinasprire il clima già teso nei rapporti con Cgil, Cisl e Uil che, inquesta lunga fase di emergenza sanitaria, hanno responsabilmentecercato di fornire le loro proposte congelando anche la mobilitazioneannunciata e poi rinviata a causa delle restrizioni legate alle normeanti-Covid.Cgil, Cisl e Uil ricordano inoltre la difficile fase di crisi cheattraversa l’Isola e le incertezze legate alle scelte sullatransizione energetica: “Le risorse europee e i cambiamenti in attopossono rappresentare un’opportunità ma è evidente che devono essereintraprese con la massima condivisione possibile” concludono isegretari regionali Piddiu, Carta e Ticca sottolineando che “non puòessere più rinviato il confronto chiesto”.

leggi l’articolo su: Sassari Notizie

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome